PTSD - Disturbo Post-Traumatico da Stress

Disturbo post-traumatico da stress e il personale medico

Disturbo post traumatico da stress e reparti di emergenza

Alice Favero

Il Disturbo Post-Traumatico da Stress (DPTS)

Il disturbo da stress post-traumatico (DPTS o PTSD in inglese) è caratterizzato da un’intensa risposta a un grave evento stressante, che comporta un notevole aumento dell’ansia, ricordi ricorrenti dell’evento traumatico, emozioni e pensieri negativi, evitamento degli stimoli associati al trauma e sintomi di elevata attivazione fisiologica.

Il trauma è definito "grave" quando si tratta di un evento a cui una persona assiste o è direttamente coinvolta e implica morte o pericolo di morte, lesioni gravi o violenze sessuali. Il DSM-5 (APA, 2013) ha recentemente riconosciuto come fattore di rischio per il disturbo da stress post-traumatico l’essere impiegati e coinvolti nel primo soccorso e nelle emergenze in ambito ospedaliero.

Ciononostante, la letteratura e la ricerca scientifica a riguardo non è ancora sufficiente...

Leggi tutto

I sintomi infantili trauma-correlati a seguito dell’esposizione ad un trauma complesso: evidenze delle differenze di genere

I sintomi infantili trauma-correlati dopo un trauma complesso

Matilde Agostini
(Revisione: dott.ssa Elisa Cavallini)

Evidenze delle differenze di genere

Lo studio di Rachel Wamser-Nanney e Kathryn E. Cherry (2018) indaga il ruolo delle differenze di genere nelle conseguenze psicologiche in seguito all’esposizione ad un trauma complesso infantile.

L’esposizione a un trauma complesso è stata operazionalizzata come esposizione a traumi interpersonali multipli o cronici, che iniziano nell’infanzia e provocano difficoltà di autoregolazione in diversi domini di funzionamento. Un consistente corpo di ricerche ha dimostrato l’esistenza di differenze di genere nell’esposizione al trauma e nei sintomi ad esso correlati, tuttavia queste discrepanze non sono state ancora indagate rispetto al trauma complesso.

Con l’obiettivo di esaminare queste differenze, sono state considerate le diverse tipologie di trauma a cui è più facilmente esposto un genere rispetto all’altro: dalla letteratura (Tolin & Foa, 2006) emerge che le femmine subiscano più spesso abusi sessuali, violenza domestica e violenza sessuale, mentre i maschi sono più esposti a disastri naturali e incidenti...

Leggi tutto

Cos'è l'ipervigilanza?

Cos'è la sindrome da ipervigilanza?

Dott.ssa Greta Del Taglia

L'ipervigilanza è uno stato di aumentata attenzione. Essere in uno stato di ipervigilanza porta ad essere estremamente suscettibili. La persona potrebbe sentirsi minacciata da qualsiasi tipo di pericolo, sentirsi perseguitata dalle altre persone o dall'ambiente in generale. Tuttavia, accade spesso che questi pericoli incombenti non siano reali.

L'ipervigilanza può essere un sintomo di stati psicologici, che includono:

  • Il disturbo post-traumatico da stress (PTSD);
  • I disturbi d'ansia;
  • La schizofrenia.

I sintomi legati a tali condizioni porteranno il cervello e il corpo ad essere costantemente in allerta. L'ipervigilanza può avere effetti negativi sulla vita, può influenzare il modo di interagire con gli altri, o aumentare la paranoia...

Leggi tutto

 

Istituto Miller - Istituto di Psicologia
Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Cognitivo Comportamentale

P.IVA 03378710101 - Tel. +39 010 5707062 - E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

© 2014-2018 All rights reserved - Realizzazione sito Web di Made In Magic, Web Agency Milano

feed-image