Approfondimenti e articoli scientifici

Omosessualità e pratiche BDSM

Omosessualità e diffusione delle pratiche BDSM

dott.ssa Greta Del Taglia

La diffusione delle pratiche BDSM

Le ragioni per cui le pratiche BDSM risultano così eccitanti variano da persona a persona. Ne avevamo già parlato nell'articolo su Pratiche BDSM e Financial Domination.

Per alcuni, il ruolo di sottomissione o passività durante l'attività sessuale rappresenta una forma di fuga dalla realtà; un allontanamento da stress, responsabilità, o dagli impegni di vita quotidiana.

Per altri, essere sotto il potere di una presenza forte e controllante può evocare sentimenti di sicurezza e protezione associati all'infanzia.

La letteratura suggerisce che alcune esperienze durante il primo sviluppo sessuale possono influenzare profondamente lo sviluppo della sessualità in età adulta...

Leggi tutto

"Sudore" - racconto di violenza e discriminazione di genere del dott. Rocco Carta

Sudore - Un racconto di Rocco Carta

Rocco Carta

Soffia un vento forte a Milano oggi. Un vento caldo che pulisce l'aria e fa apparire le montagne, di solito nascoste dal grigiore dell'inquinamento anche nelle giornate di sole. 

Un bello spettacolo agli occhi delle persone che lo osservano dai sedili delle loro automobili, bloccati in tangenziale nel traffico delle 18.
Lui invece non lo osserva, guarda dritto la strada mentre parla da solo, chiuso in quell'abitacolo.

Una goccia di sudore cola dalla fronte, mentre pronuncia improperi a voce bassa, ma con scatti aggressivi del corpo, aumentando l'intensità delle parole e alternando le mani sudate tra la faccia e il volante. Le parole sono indirizzate a un'unica destinataria: la moglie...

Leggi tutto

Il movimento #MeToo contro violenze e abusi

Il movimento #MeToo contro violenze e abusi

Dott. Paolo Molino, psicologo-psicoterapeuta

Stessa lingua, stesse parole, diversi sentire

Ma il guaio è che voi, caro mio, non saprete mai come si traduca in me quello che voi mi dite. Non avete parlato turco, no. Abbiamo usato, io e voi, la stessa lingua, le stesse parole. Ma che colpa abbiamo, io e voi, se le parole, per sé, sono vuote? Vuote, caro mio. E voi le riempite del senso vostro, nel dirmele; e io, nell'accoglierle, inevitabilmente, le riempio del senso mio. Abbiamo creduto d'intenderci; non ci siamo intesi affatto. (
LUIGI PIRANDELLO)

Quando si tratta di parole, stiamo parlando dello strumento fondamentale che ci permette di comunicare tra noi. Per esempio è difficile capire cosa voglia dire universalmente il termine "trauma", oppure "abuso". Ognuno ne ha una nozione individuale.

Se parlo di "abuso", per esempio, subito penso all’abuso sessuale, dove sono coinvolti una bambina ed un adulto, e mi perdo tutti gli abusi psicologici, emotivi, e di altra natura che in realtà esistono e sembrano meno eclatanti. Sembrano...

Leggi tutto

Disturbi alimentari: quanto deve mangiare un bambino?

Quanto deve mangiare un bambino?

Dott.ssa Susanna Pizzo
Psicologa Psicoterapeuta, responsabile scientifico del centro clinico sui disturbi alimentari dell'Istituto Miller

Le diverse modalità alimentari di bambini e adolescenti

Le modalità alimentari di bambini e adolescenti durante le varie fasi del loro sviluppo possono destare qualche preoccupazione nei genitori, anche se nella maggior parte dei casi si tratta di modalità normali. Ad esempio, al compimento del primo anno di vita i bambini sono soliti ridurre notevolmente la quantità di cibo che desiderano mangiare.

Molti bambini attraversano quella che viene definita la fase delle manie alimentari, periodo in cui mangiano solo poche varietà di cibo. Altrettanti bambini in età prescolare passano per una fase di alimentazione piuttosto restrittiva, non solo riducono la scelta dei cibi ma ne diminuiscono anche la quantità...

Leggi tutto

Pratiche sessuali BDSM e Financial Domination

Pratiche sessuali e BDSM: cos'è la Financial Domination?

Dott.ssa Greta Del Taglia

Cosa sono le pratiche di BDSM

Le pratiche di BDSM sono pratiche sessuali atipiche che includono giochi di ruolo, vincoli fisici, scambi di potere e, talvolta, l'induzione del dolore. L'acronimo BDSM è la combinazione delle abbreviazioni B/D (bondage e discipline), D/S (dominanza e sottomissione) e S/M (sadismo e masochismo).

I practitioners possono avere ruoli diversi durante una pratica di BDSM come, ad esempio, il ruolo del padrone (Dom, la persona che esercita il controllo), il ruolo del sottomesso (Sub, la persona che si lascia dominare), oppure, a seconda della situazione, ci può essere l'inversione dei ruoli (Switch)...

Leggi tutto

Violenza di genere e diritto a trattamenti mirati ed efficaci

Violenza di genere e diritto a trattamenti mirati ed efficaci

Dott.ssa Veronica Colaianni, Psicologa Psicoterapeuta

Il tema della violenza di genere

Il tema della violenza di genere ha finalmente trovato il suo spazio nel dibattito pubblico: notiziari, programmi di approfondimento, campagne elettorali, e anche l’agenda politica di chi ci governa non mancano di ricordarci quanto un intervento sia importante per scongiurare la morte o le lesioni che ogni anno vedono come vittime almeno un centinaio di donne (i dati riportano circa 120/140 donne uccise ogni anno in Italia). 

Non mi dilungherò su quanto ci sia ancora da fare, su quanto siano esigui i fondi destinati agli interventi di contrasto al fenomeno, su quanto i media ancora continuino a parlare di femminicidio con parole che non restituiscono la realtà del fenomeno, ma anzi spesso lo minimizzano o lo edulcorano...

Leggi tutto

Di cosa parliamo quando si parla di femminicidio

Di cosa parliamo quando usiamo il termine "femminicidio"

Dott.ssa Simona Adelaide Martini, Psicologa Psicoterapeuta

Femminicidio: un sostantivo molto maschile

Una parola vuota di pensiero è una cosa morta, nello stesso modo in cui un pensiero nudo di parole rimane in ombra.

Lev Semënovič Vygotskij (1896-1934)

Femminicidio, fem·mi·ni·cì·dio/ - Sostantivo maschile

  • Qualsiasi forma di violenza esercitata sistematicamente sulle donne in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale, allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne l'identità attraverso l'assoggettamento fisico o psicologico, fino alla schiavitù o alla morte.
  • Propr. Uccisione di una donna o di una ragazza.

I neologismi, nelle lingue, nascono prevalentemente dalla necessità di creare parole nuove, mai utilizzate, ma più adatte di quelle esistenti, per definire fenomeni, situazioni, elementi e qualunque cosa abbia ormai un riconoscimento e una rilevanza tali da dover essere inquadrati a livello linguistico...

Leggi tutto

La rete antiviolenza in situazioni di violenza di genere

La rete antiviolenza in situazioni di violenza di genere

Dott.ssa Tiziana Desirè Montalbano - Psicologa

L’importanza della rete antiviolenza in situazioni di maltrattamento

La creazione di reti di sostegno e protezione nelle situazioni di violenza di genere è un aspetto indispensabile per l’uscita da una situazione di maltrattamento. Una rete antiviolenza, se adeguata, permette alla donna di essere sostenuta nel compiere dei passaggi, talvolta molto lunghi, dolorosi e complessi, che la porteranno, se è il suo “desiderio”, alla fuoriuscita dalla situazione di violenza.

Mi preme virgolettare il “desiderio” della donna, perché credo molto nella libertà di scelta, giusta o sbagliata, della stessa e molto meno nei percorsi “coercitivi” ed imposti da un volere superiore ed esterno...

Leggi tutto

Linguaggio della sessualità: cortesia

Il disturbo della cortesia nelle relazioni e nella sessualità

dott. Franco Berardi

Il Linguaggio della sessualità

Il caos etico e politico del nostro tempo potrebbe leggersi come l’effetto di un’eclissi della cortesia, come una vera e propria epidemia di scortesia che si è abbattuta sulle relazioni inter-personali. La cortesia non è affatto un’inutile suppellettile delle relazioni umane, ma la trasformazione dell’istintualità in linguaggio comprensibile, convincente e seducente.

Occorre dunque analizzare le ragioni dell’eclisse che sembra aver colpito la cortesia, e prima di tutto dovremmo chiederci cosa sia la cortesia, quale sia la sua genesi culturale, psicologica, e sociale.
In secondo luogo occorre chiedersi quali sono le cause dell’attuale disturbo della cortesia, che rapporto vi è tra l’epidemia di scortesia e il contesto tecnico, relazionale, mediatico...

Leggi tutto

Cos'è l'ipervigilanza?

Cos'è la sindrome da ipervigilanza?

Dott.ssa Greta Del Taglia

L'ipervigilanza è uno stato di aumentata attenzione. Essere in uno stato di ipervigilanza porta ad essere estremamente suscettibili. La persona potrebbe sentirsi minacciata da qualsiasi tipo di pericolo, sentirsi perseguitata dalle altre persone o dall'ambiente in generale. Tuttavia, accade spesso che questi pericoli incombenti non siano reali.

L'ipervigilanza può essere un sintomo di stati psicologici, che includono:

  • Il disturbo post-traumatico da stress (PTSD);
  • I disturbi d'ansia;
  • La schizofrenia.

I sintomi legati a tali condizioni porteranno il cervello e il corpo ad essere costantemente in allerta. L'ipervigilanza può avere effetti negativi sulla vita, può influenzare il modo di interagire con gli altri, o aumentare la paranoia...

Leggi tutto

La Dash Pods Challange: mangiare capsule di detersivo per sfida

Gli adolescenti e le nuove challenge online

Dott.ssa Lucia Di Guida

Caramelle non ne voglio più

Potrebbero sembrare caramelle, ma non lo sono. Sono colorate, morbide e accattivanti come le caramelle gommose, ma non sono commestibili.
ANZI.
Agli occhi dei bambini appaiono proprio come dei dolciumi deliziosi, ma sono capsule da detersivo, le pratiche capsule ecodose/monodose da lavatrice. In Italia ad esempio abbiamo le Dash pods, oltreoceano Tide pods.

Nel 2013 il Ministero della Salute ha riconosciuto la potenziale pericolosità delle capsule monodose e ne ha regolamentato le confezioni, imponendo la scadenza nell'arco di un anno per la creazione di imballaggi più sicuri...

Leggi tutto

Disturbo Evitante di Personalità e Disturbo Narcisistico di Personalità

Disturbo Evitante di Personalità e Disturbo Narcisistico di Personalità: una riflessione

Dott. Giovanni Di Milo

Disturbo Evitante di Personalità

Disturbo Evitante di personalitàLa definizione di “personalità evitante” fu usata per la prima volta da Theodore Millon nel 1969 per differenziarla dalla “personalità schizoide”. Secondo Millon, sia l’evitante che lo schizoide si caratterizzano per la mancanza o povertà di relazioni, ma, mentre il primo ne sente la mancanza, il secondo non ne prova alcun bisogno. La chiusura dell’evitante è pertanto la conseguenza del timore del rifiuto e del giudizio negativo; lo schizoide semplicemente non è interessato agli altri.

Il disturbo evitante di personalità è stato introdotto per la prima volta nel DSM in occasione della terza edizione (APA, 1980) ed è tra i sei disturbi di personalità mantenuti anche nella sezione III del DSM-5 (oltre naturalmente ad essere presente assieme agli altri disturbi di personalità nella sezione II)...

Leggi tutto

Mindfulness Eating: mangiare con consapevolezza

 Mindfulness Eating: mangiare con consapevolezza

Mangiare Mindful

Mangiare mindful significa:

  • Fare scelte consce riguardanti il cibo
  • Sviluppare una consapevolezza dei segnali di sazietà vs pienezza
  • Comprendere la differenza tra fame fisica vs fame mentale
  • Mangiare in modo salutare in risposta a tali segnali interni.

Pur non essendoci una definizione universale, la Mindful Eating viene concettualizzata come: "l'essere consapevoli, nel momento presente, mentre si sta mangiando, prestando un'accurata attenzione all'effetto del cibo su tutti i cinque sensi (oltre al gusto, la vista, il tatto, l'olfatto e l'udito), e notando, infine, le sensazioni fisiche ed emotive riguardanti l'atto del mangiare"...

Leggi tutto

Trattare il disturbo da deficit d'attenzione col neurofeedback

Trattare il disturbo da deficit di attenzione/iperattività con il neurofeedback

Dott.ssa Simona Calzone

Introduzione all'ADHD, il Disturbo da Deficit di Attenzione e Iperattività

Il disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) è un disturbo del comportamento caratterizzato da iperattività, impulsività e difficoltà a mantenere la concentrazione. Queste principali caratteristiche possono presentarsi singolarmente o in maniera combinata con la prevalenza di uno o più tratti.

Il disturbo coinvolge circa il 3-5% dei bambini in età scolare, che mostrano difficoltà a mantenere l'attenzione e a concentrarsi, hanno la tendenza ad agire in maniera impulsiva senza pensare a quello che stanno facendo, non riescono ad autoregolare il proprio comportamento sulla base dei feeedback provenienti dall'esterno e spesso hanno necessità di muoversi...

Leggi tutto

Che cos’è il Disturbo da disregolazione dell’umore dirompente

Il Disturbo da disregolazione dell’umore dirompente DSM-5

Dott.ssa Alessandra Basso

Disturbi depressivi nei bambini

Molti studi epidemiologici riportati dal Ministero della Salute hanno stimato che il 2% dei bambini ha avuto almeno un episodio depressivo nel corso della vita, percentuale che arriva al 4-8% tra gli adolescenti; ma la nota più grave è che questo disturbo viene diagnosticato, e quindi trattato, solo nel 25% dei minori che ne soffrono. Questo dato è conseguenza del fatto che spesso gli adulti minimizzano il problema, lo ignorano, oppure del fatto che i clinici talvolta formulano diagnosi errate. 


Fino agli anni ‘80 era opinione comune che i disturbi depressivi fossero più frequenti negli adulti e molto rari nei bambini. Inoltre, le oscillazioni nell’umore, tristezza e irritabilità erano considerati come aspetti tipici dell’adolescenza, conseguenze dello sviluppo ormonale e del cambiamento di ruolo sociale...

Leggi tutto

Generation Snowflakes: giovani ipersensibili e fragili

Generation Snowflakes: giovani ipersensibili e fragili

Come neve al sole – la spettacolare fragilità dei fiocchi di neve

Generation Snowflakes, o Snowflakes Generation, è un termine utilizzato per indicare i giovani diventati adulti nel 2010; questi giovani sono stati definiti come più inclini a offendersi e meno resistenti rispetto alle generazioni precedenti.

La nuova generazione di adulti sarebbe troppo emotivamente vulnerabile per affrontare opinioni che sfidino le proprie. Nell’ultimo anno il termine è stato molto utilizzato e ha richiamato l’attenzione di numerosi studiosi, psicologi inclusi...

Leggi tutto

Sovrappeso e obesità infantile: Terapia integrata con Piralim

Sovrappeso e obesità infantile: Terapia integrata con Piralim

Dott.ssa Daniela Rebora, Medico e Dott.ssa Serena Rebora, Psicologo

Obesità epdidemia globale: Globesity

Al giorno d'oggi l’obesità ha raggiunto proporzioni preoccupanti: l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) riconosce in modo ufficiale l'obesità come un'epidemia globale coniando un termine ormai molto diffuso: “globesity” (obesità globale).

Anche nel nostro Paese i dati epidemiologici confermano la situazione mondiale: dati preoccupanti riguardano i più giovani. La percentuale di bambini in sovrappeso o con obesità corrisponde al 24%, con 16 milioni di minorenni in sovrappeso e 4 milioni che presentano una condizione di obesità...

Leggi tutto

Le emozioni dei bambini nei primi anni di vita

Le emozioni dei bambini nei primi anni di vita

Dott.ssa Alessandra Basso

Emozioni semplici ed emozioni complesse

Le emozioni sono fondamentali a livello filogenenetico ed ontogenetico e proprio per questo motivo sono presenti fin dalla nascita e perciò innate; tutte le emozioni hanno la stessa importanza e non sono quindi di per sé né positive, né negative. È importante sottolinearlo fin da subito, perché spesso gli adulti nascondono, o cercano di non far provare ai bambini emozioni quali tristezza, paura, rabbia, ma questo è un brutto errore. Inoltre, come insegna Il Piccolo Principe “si devono pur sopportare dei bruchi se si vogliono vedere le farfalle. Dicono siano così belle!”.

Tutti sanno quando un bambino inizia a camminare o quando dice la prima parola, ma in pochi ne conoscono il normale sviluppo emotivo. È importante invece avere chiaro anche questo aspetto, in modo da poter accompagnare i propri figli nel modo più accurato possibile nella loro crescita...

Leggi tutto

La qualità della vita dei pazienti oncologici pediatrici

La qualità della vita dei pazienti oncologici pediatrici

Da malattia mortale a malattia cronica

Ad oggi il cancro può essere considerato, sotto molti aspetti, una condizione cronica e non più una malattia mortale. Gli enormi progressi compiuti in ambito medico-farmacologico, infatti, prolungano la vita dei pazienti e il tasso di mortalità, negli ultimi quarant’anni, è in netta diminuzione. I bambini e i ragazzi tra gli 0 e i 19 anni che muoiono di tumore sono sempre meno: nel 2008 i decessi erano circa un terzo di quelli registrati nei primi anni Settanta. Sono i tumori del sangue (e in particolare le leucemie) a mostrare i successi maggiori con una sopravvivenza che in alcuni casi oggi supera il 90% dei casi (Pomicio et al., 2014).


Questi dati assolutamente positivi ci impongono però una riflessione sugli effetti collaterali dei trattamenti e sulla lunga durata della malattia, che mettono a dura prova le risorse dei pazienti e dei loro familiari...

Leggi tutto

Supporto psicologico nelle Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali (MICI)

Supporto psicologico nelle Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali (MICI)

Dottor Andrea Dessì, Psicologo

Le Infiammatory Bowel Disease (IBD) o Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali

Terminati gli studi di psicologia, non avrei mai pensato che le diagnosi che si leggono nel DSM 5 fossero solo la punta dell’iceberg dei problemi psicologici. Pensavo fosse tutto quello che c’era da sapere sul nostro lavoro e mi sbagliavo. Il mondo di cui parlo sta sotto al mare, dove le diagnosi spesso sono miste, dove la condizione psicologica è legata a una condizione fisica debilitante, ed è lì che si trova un saloon di pistoleri attaccabrighe...

Leggi tutto

 

Istituto Miller - Istituto di Psicologia
Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Cognitivo Comportamentale

P.IVA 03378710101 - Tel. +39 010 5707062 - E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

© 2014-2018 All rights reserved - Realizzazione sito Web di Made In Magic, Web Agency Milano

feed-image