Panoramica del Corso di Specializzazione in Psicoterapia

Tradizione e innovazione: Corso di Specializzazione in Psicoterapia Cognitivo Comportamentale

L'inizio: 40 anni di formazione cognitivo-comportamentale

L’attività formativa del Corso di Specializzazione in Psicoterapia dell'Istituto Miller rappresenta il frutto di un seme piantato ormai quarant’anni fa dal prof. Aldo Galeazzi, seme che prendeva il nome di comportamentismo. Fin dai primi anni '70 un gruppo di Psicologi si è unito per studiare e diffondere i principi e le tecniche della terapia del comportamento e la loro applicazione in ambito clinico. Negli anni '90, l’Istituto Miller ha manifestato il sempre maggiore interesse per lo sviluppo delle terapie cognitive e cognitivo-comportamentali e per la diffusione di Protocolli Evidence-Based.

I protocolli di Terza Generazione

Negli anni a seguire, i programmi dei quattro anni di Specializzazione in Psicoterapia hanno proseguito la loro evoluzione, colmando alcuni limiti della CBT classica con l’introduzione di protocolli di Terza Generazione, senza però rinnegare le teorie e le tecniche più consolidate e tuttora riconosciute internazionalmente come efficaci ed evidenced-based.

La qualità della nostra formazione in Psicoterapia è data dall’unione di due importanti valori: tradizione e innovazione.

Abbiamo costruito il programma del Corso di Specializzazione in Psicoterapia Cognitivo Comportamentale pensando a un preciso percorso, che si sviluppa nell'arco di tutti e 4 gli anni, ma in cui il primo ha un'importanza determinante per il futuro Psicoterapeuta.

Il primo anno del Corso di Specializzazione in Psicoterapia

Al primo anno del Corso di Specializzazione in Psicoterapia vengono poste le basi teoriche che permetteranno in seguito all’allievo di approcciarsi alla pratica clinica con consapevolezza e padronanza delle tecniche acquisite: nel corso del primo anno, infatti, verranno trattati i principi del condizionamento classico e operante e dell’apprendimento sociale nella loro declinazione clinica.

Nel corso del primo anno verrà dedicato molto spazio all’insegnamento dei principi e delle diverse metodiche di assessment dal punto di vista cognitivo e comportamentale e psicofisiologico; a partire dal corretto impiego del colloquio clinico psicodiagnostico, l’allievo imparerà a effettuare oggettive osservazioni del comportamento e ad impiegare strumenti di assessment molto consolidati, quali l’analisi funzionale, sia di tipo comportamentale, sia di tipo cognitivo, per poter arrivare ad una corretta formulazione del caso.

Già dal primo anno l’allievo imparerà ad utilizzare una serie di scale, inventari e check list come, ad esempio, il CBA 2.0, e apprenderà i fondamenti della relazione terapeutica.

Nel programma del primo anno è prevista anche la trattazione della Psicopatologia in età evolutiva; anche in questo caso l’allievo acquisirà gli strumenti e le metodiche utili per svolgere un puntuale assessment e per poter effettuare il Parent Training.

Verso la fine del primo anno verranno introdotte le prime tecniche, a partire da quelle di esposizione, sempre utilizzando modalità di apprendimento esperienziale.

Gli altri anni del corso

All’interno del programma formativo, ogni anno sono previste 60 ore di formazione personale, durante le quali verranno effettuati alcuni training specifici attraverso i quali l’allievo imparerà ad utilizzare le diverse metodologie sperimentandole anche personalmente su se stesso; tra questi, ad esempio, il Training di Rilassamento Muscolare Progressivo, il Self-Management Training, il Training di Assertività e il Problem Solving.

Nel corso del secondo anno verranno inoltre trattati i principali disturbi psicopatologici sia dell’adulto che del bambino, per quanto riguarda epidemiologia, eziologia ed assessment, presentando i relativi strumenti di valutazione. L’allievo imparerà ad utilizzare la Terapia Comportamentale Razionale Emotiva (REBT) nella sua applicazione in età adulta e in età evolutiva, la Terapia Metacognitiva (MCT) e le Tecniche Immaginative.

Varie unità saranno dedicate ad approfondire alcuni aspetti specifici dell’età evolutiva, come la Neuropsicologia, i Disturbi Specifici dell’Apprendimento, i disturbi cognitivo emozionali del bambino nell’ambito della scuola e le Disabilità.

Inoltre, l’allievo acquisirà le competenze per la somministrazione, interpretazione e refertazione del MMPI-2, MMPI-2 RF e Millon Clinical Multiaxial Inventory III in ambito clinico e peritale.

Al termine del secondo anno l’allievo, con il supporto di un tutor, dovrà presentare un elaborato dove potrà sviluppare un argomento - in relazione al programma del biennio - che ha trovato particolarmente interessante.

L’allievo potrà presentare una rassegna bibliografica oppure un lavoro di tipo sperimentale, secondo lo stile di un articolo scientifico, comprensivo di tabelle, figure, bibliografia, sommario e indice.

Per sviluppare tale competenza, nel corso del secondo anno verranno proposte alcune unità specifiche sulla stesura di un articolo scientifico.

La Settimana residenziale di 1° e 2° anno

Nel corso del primo e del secondo anno è prevista una settimana intensiva, generalmente organizzata nel mese di maggio. Gli allievi saranno ospiti in una struttura scelta in base alle esigenze sia didattico-formative che sociali-ricreative, in una località turistica, solitamente della Toscana.

Lo scopo principale di tale iniziativa è quello di coniugare il più possibile il sapere con il saper fare, ponendo la massima attenzione al saper essere.

Ogni momento trascorso assieme acquisirà un valore formativo, allo scopo di potenziare anche quelle competenze, come l’empatia, la flessibilità, il rispetto, la collaborazione, la tenacia, la perseveranza e la fiducia in sé stessi, con l’intento di stabilire un equilibrio tra formazione “accademica”, formazione “pratica” e formazione “personale individuale”, con lo sguardo rivolto verso il saper divenire.

Negli ultimi 2 anni la nostra settimana residenziale ha avuto un grande successo presso i nostri studenti. Nel 2016 è stata dedicata all'ACT, Acceptance & Commitment Therapy (abbiamo raccontato come è andata in questo articolo), mentre nel 2017 è stata dedicata al protocollo MBSR, Mindfulness-Based Stress Reduction (e lo abbiamo raccontato in questo articolo).

Il terzo e il quarto anno

Il terzo ed il quarto anno del Corso di Specializzazione in Psicoterapia Cognitivo Comportamentale dell'Istituto Miller sono dedicati invece all’apprendimento di tutte le metodiche di trattamento CBT. L’Istituto Miller propone una offerta formativa a 360°, sia per quanto riguarda i disturbi trattati (viene coperto sostanzialmente tutto lo spettro dei disturbi secondo il DSM-5), sia per quanto riguarda le tecniche e le metodologie proprie dell’approccio cognitivo-comportamentale (tutte evidence-based).

Il nostro Istituto, infatti, dà spazio a tutti gli strumenti che uno psicoterapeuta può impiegare, purché scientificamente provati. Negli ultimi anni, alle metodologie cognitivo-comportamentali di Prima e Seconda generazione, si sono aggiunte – come è noto – quelle di Terza generazione, molto apprezzate sia dagli psicoterapeuti che le impiegano, sia dai pazienti che ne ricevono gli effetti positivi.

A queste nuove metodiche (spesso introdotte come detto a livello esperienziale e formativo nella settimana residenziale dei primi due anni) viene dato ampio spazio e risalto al terzo e quarto anno, affinché l’allievo possa disporre degli strumenti operativi più moderni e aggiornati.

In questo biennio inoltre l’allievo è seguito nella sua pratica clinica dall’attività di un Supervisore personale che in incontri individuali o in piccoli gruppi aiuta il futuro psicoterapeuta a svolgere in maniera corretta sia l’attività diagnostica che quella terapeutica. Questo lavoro specifico ed estremamente pratico, costituisce un aspetto altamente formativo ed irrinunciabile per chi vuole svolgere l’attività clinica.

La tesi finale di specializzazione in psicoterapia, che racchiude la descrizione puntuale di alcuni casi clinici, e che viene presentata di fronte ad una commissione di docenti, chiude l’esperienza formativa dell’allievo.

Un’ampia offerta formativa, un percorso impegnativo ed articolato, ma proprio per questo estremamente appagante e capace di fare davvero la differenza nel mondo del lavoro.

Altre info sul Corso di Specializzazione in Psicoterapia dell'Istituto Miller

Per approfondire il nostro Corso di Specializzazione in Psicoterapia Cognitivo Comportamentale rimandiamo ai seguenti articoli:

Per tutte le altre informazioni rimandiamo invece alla pagina dei contatti.

FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedin
Pin It

 

Istituto Miller - Istituto e Scuola di Psicologia e Psicoterapia Cognitivo Comportamentale
P.IVA 03378710101 - Tel. +39 010 5707062 - Fax +39 010 8680904 - E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Built with HTML5 and CSS3 Copyright © 2014 Made In Magic, Web Agency Milano

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.