Disturbi dello sviluppo

Terapia Cognitivo-Comportamentale (TCC) e Disturbi dello Sviluppo

Con questo termine ci si riferisce ai cosiddetti disturbi dello spettro autistico. L’autismo è caratterizzato da compromissione dell’interazione sociale reciproca e della comunicazione e da modalità di comportamento, interessi ed attività ristretti, ripetitivi, stereotipati. In generale vi è anche uno scadimento della prestazione intellettuale, anche se in talune forme (Disturbo di Asperger) esso è assente.

I dati sperimentali indicano che la prima linea d’intervento dovrebbe essere comportamentale. Tuttavia i programmi devono essere individualizzati e intensivi, richiedendo dunque notevoli risorse.
Essi hanno inoltre la necessità di svolgersi a casa o in setting scolastici, il che richiede una buona comunicazione tra educatori, famiglie, professionisti della salute e una componente di training genitoriale e degli insegnanti.

I benefici dimostrati includono dei miglioramenti persistenti nel QI, nella capacità di affrontare la vita quotidiana, nella comunicazione e nell’abilità di socializzazione, e una riduzione dei problemi comportamentali.
La maggior parte degli studi è relativa a bambini al di sotto dei 4 anni all’inizio del trattamento, ma non è chiaro se l’inizio precoce del trattamento sia una condizione necessaria per la sua riuscita.
Non vi sono dati sufficienti per affermare che il training individuale di capacità sociali sia efficace per gli autistici.

Terapia Cognitivo-Comportamentale (TCC) e disturbo da deficit dell’attenzione e iperattività

Nei casi di risposta insufficiente o insoddisfacente ai trattamenti fisici, devono essere aggiunti trattamenti psicosociali. Risulta dimostrato che i programmi di terapia comportamentale sono capaci di migliorare i comportamenti sul compito e ridurre i comportamenti dirompenti, ma ci sono poche dimostrazioni di generalizzazione fra i contesti.

Questi trattamenti da soli risultano meno efficaci dei farmaci stimolanti, ma possono prevenire la necessità di un aumento del dosaggio del farmaco. Non ci sono buone dimostrazioni che la TCC sia efficace da sola e la sua componente efficace potrebbe essere quella comportamentale. Non ci sono dimostrazioni che gli interventi sulle capacità sociali producano un miglioramento nelle ridotte relazioni sociali dei bambini con DDAI.

Il training genitoriale risulta efficace nel miglioramento della compliance con istruzioni, ma non tutte le famiglie sono in grado di partecipare al trattamento.

FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedin
Pin It

 

Istituto Miller - Istituto e Scuola di Psicologia e Psicoterapia Cognitivo Comportamentale
P.IVA 03378710101 - Tel. +39 010 5707062 - Fax +39 010 8680904 - E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Built with HTML5 and CSS3 Copyright © 2014 Made In Magic, Web Agency Milano

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.