Open Day Firenze, venerdì 20 gennaio 2017

Open Day Firenze, venerdì 20 gennaio 2017

Il Primo Open Day 2017 per il Corso di Specializzazione in Psicoterapia a Firenze

Venerdì 20 gennaio 2017, presso la sede di Firenze del'Istituto Miller, si svolgerà uno speciale Open Day con la presentazione del Corso di Specializzazione in Psicoterapia Cognitivo Comportamentale dell'Istituto Miller. L’Open Day si svolgerà nella sede di Firenze presso 4Move Academy in viale Europa, 64, e l’orario dell’incontro sarà dalle 16.00 alle 19.00...

Leggi tutto

Drunkoressia alcol e disturbi alimentari negli adolescenti

Drunkoressia: alcol e disturbi alimentari

Dalla formula “mangia & bevi” a quella “bevi & non mangiare”

Dott.ssa Lucia di Guida

Giovani e stili di vita

Nella nostra cultura mangiare e bere rappresentano qualcosa di più della sola soddisfazione dei bisogni primari. Ritrovarsi per consumare pasti o bevande, infatti, è un’occasione sociale di condivisione. L’happy hour, ad esempio, rappresenta un consolidato momento di aggregazione. Nelle maggiori città italiane è molto richiesto l’apericena. La consuetudine di preferire l’apericena è diffusissima soprattutto tra i giovani e gli studenti fuori sede. 

Al costo di un solo drink, infatti, ci si può permettere una vera e propria cena (dall’antipasto all’assaggio di dolci) servendosi individualmente a un buffet, croce per chi soffre di ansia sociale e imbarazzato rinuncia ai “bis” per non alzarsi dal tavolo, e delizia per coloro che si lanciano in lunghe “abbuffate” trasformando i piattini in piramidi.

Anche il classico aperitivo non tramonta mai. In Italia vi è un vero e proprio culto tra i giovani che si ritrovano, almeno nel week end, a sorseggiare cocktail che hanno ormai superato i confini regionali come lo Spritz, il Bellini e il Rossini. Purtroppo, però, ciò che preoccupa è la diffusione di pratiche pericolose nel consumo di cibi e bevande. Spesso l’uso si trasforma in abuso o in taluni casi anche in “disuso”, eliminando l’introduzione di componenti necessarie al normale funzionamento del nostro organismo...

Leggi tutto

Sconto di Natale per il Corso sui Disturbi Specifici dell'Apprendimento

Sconto di Natale per il Corso sui Disturbi Specifici dell'Apprendimento

I Disturbi Specifici dell’Apprendimento costituiscono un’area d’interesse clinico verso la quale negli ultimi trent’anni sono state spese molte energie, grazie alle quali si è ottenuto un importante avanzamento delle conoscenze, con numerosi contributi derivati dalla ricerca scientifica e dall’affinamento delle tecniche di indagine diagnostica.

Il nuovo Corso DSA dell’Istituto Miller illustra i principi metodologici dello screening neuropsicologico, con l’ausilio di casi clinici, mostrando i principali modelli e i più recenti strumenti di indagine precoce su lettura, scrittura e calcolo adatti per le diverse epoche critiche per l’identificazione.

Al termine del corso viene rilasciato regolare attestato di partecipazione.

Sconto di Natale

Per chi si iscrive e paga la quota intera del corso entro il 24 dicembre è previsto uno speciale sconto di 100 euro, motivo per cui le quote sono le seguenti...

Leggi tutto

Avvio del Master in Neuropsicologia Clinica di Firenze

Attivato il Master in Neuropsicologia Clinica, Firenze 2017

Siamo lieti di annunciare che abbiamo già raggiunto la quota di iscritti necessaria per poter attivare il Master di Neuropsicologia Clinica della sede di Firenze, che inizierà a marzo 2017.

locandina Master in Neuropsicologia Clinica - Firenze 2017Il Master di Neuropsicologia Clinica dell'Istituto Miller si propone di formare Professionisti in grado di operare nell’ambito dei diversi contesti applicativi della Neuropsicologia riferendosi a utenti in età evolutiva, adulti e anziani. A tale scopo promuove l’acquisizione di conoscenze specifiche circa teorie, modelli del funzionamento cognitivo normale e patologico e l’acquisizione di metodi e strumentidi valutazione nonché di procedure riabilitative proprie della professione neuropsicologica...

Leggi tutto

Dipendenze: giovani e smartphone

Dipendenze comportamentali: giovani e smartphone

Dott.ssa Lucia Di Guida

La diffusione degli smartphone

“Mi messaggi o no, chissà chi vincerà?”

In una vecchia canzone Gianna Nannini, con il suo “ti telefono o no, mi telefoni o no”, si interrogava su chi avrebbe ceduto per primo, alzando la cornetta del telefono. Attualmente la diffusione degli smartphone e delle applicazioni di messaggistica istantanea ha radicalmente mutato il modo di comunicare, riducendo al minimo il numero di contatti telefonici avvenuti tramite telefonate; i più giovani, infatti, prediligono altri strumenti e applicazioni per inviare messaggi di testo o messaggi audio.

Questa tendenza sta portando persino a conseguenze fisiche come, ad esempio, la crescita sproporzionata dei pollici dovuta ai numerosi messaggi composti sugli smartphone (definiti "pollici monster"). La dipendenza da telefono cellulare o da smartphone è stata riportata in letteratura in studi condotti in tutto il mondo...

Leggi tutto

Altri articoli...

FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedin
Pin It

 

Istituto Miller - Istituto e Scuola di Psicologia e Psicoterapia Cognitivo Comportamentale
P.IVA 03378710101 - Tel. +39 010 5707062 - Fax +39 010 8680904 - E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Built with HTML5 and CSS3 Copyright © 2014 Made In Magic, Web Agency Milano

feed-image

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.