Si è conclusa la settimana di formazione intensiva sul MBSR

Settimana di formazione intensiva sul MBSR - Mindfulness-Based Stress Reduction

Training intensivo MBSR - Mindfulness-Based Stress Reduction - Istituto Miller 2017

Si è concluso da pochi giorni il Training intensivo MBSR - Mindfulness-Based Stress Reduction. Percorso educativo in compagnia della dott.ssa Silvia Villani (Insegnante MBSR, qualificata con training ufficiale del Center for Mindfulness, University of Massachusetts) presso l'Hotel Corte dei Tusci a Follonica (Grosseto) dal 21 al 27 maggio 2017.

"La mente è una scimmia, va avanti e indietro, poi si dondola un po'.
La mente è indomabile."

Potete leggere qui sotto le impressioni di alcuni dei partecipanti, quello che li ha colpiti, quello che porteranno con sé dopo questa avventura firmata Istituto Miller.

Paola Pepe & le paure

La settimana residenziale MBSR per me è stata una bellissima esperienza e allo stesso modo una "prova" che da tempo volevo affrontare. Fermarmi e guardare dentro di me, capire i miei limiti, osservare le mie emozioni, sentire il mio corpo e usare tutte queste informazioni e conoscenze per dare e prendere il giusto dai rapporti con gli altri. In particolare la Mindfulness mi ha insegnato che c'è sempre un altro modo di considerare le cose che ti accadono e le sensazioni ed emozioni che si provano, aumentando così il senso di sicurezza e tranquillità, necessari per vivere questa bella avventura che è la vita, momento per momento!

Irene Costantini & i problemi

Settimana molto intensa sia dal punto di vista formativo che personale. Durante la formazione è stato possibile affrontare da una diversa prospettiva alcuni aspetti personali che mi hanno permesso di riflettere sul mio modo di affrontare e risolvere i problemi. Questo percorso non è sempre stato facile, viste anche alcune particolari tematiche affrontate durante gli incontri, ma grazie al sostegno del gruppo e delle professoresse è stato possibile superare anche i momenti più complicati. Inoltre durante la settimana ho avuto l'opportunità di conoscere in modo più approfondito le mie compagne di corso e questo ha permesso di rafforzare il nostro legame oltre che creare un maggior affiatamento nel gruppo. Quindi quello che metto in valigia e conservo sono le sensazioni e le emozioni provate durante il corso e le risate con le compagne.
Grazie mille.

Celeste Gensini & l'avventura

Sabato 20 maggio 2017. Inizia l'avventura! Finalmente partiamo per la tanto agognata settimana residenziale MBSR del Miller! Direzione: Corte dei Tusci, nella splendida costa della Maremma. Personalmente me ne sono andata da Firenze salutando tutti con un enorme sorriso: "Ci vediamo settimana prossima, io vado a meditare e a prendere il sole!". Devo dire che il clima vacanziero si è interrotto già al mattino seguente, quando una sorridente professoressa ci ha detto di metterci seduti sui nostri tappetini, ha suonato il cimbalo e ci ha chiesto di chiudere gli occhi. Da quel momento silenzio. Risuonavano solo le parole di Silvia Villani, che, tra le tante cose, ci ricordava di respirare. E appena lei diceva quelle parole, nel silenzio si faceva spazio un enorme respiro collettivo che a me, personalmente, faceva sorridere: "Come avevamo potuto dimenticarci di respirare?!". Credo che nessuno dei partecipanti fosse realmente pronto a un'esperienza così emotivamente complessa. Ci sono stati pianti, arrabbiature, scoperte interessanti. Abbiamo riso durante alcuni esercizi. In fondo la maggior parte di noi era sconosciuta all'altro e non era semplice ritrovarsi lì, nel momento presente, a camminare lentamente, fare posizioni yoga, guardarci negli occhi e condividere ciò che avevamo sperimentato. È stata una settimana impegnativa che ho vissuto quanto più consapevolmente ho potuto, con i limiti, ma anche i pregi, di una mente principiante. È stato bello condividere con la mia classe questa esperienza. Mi sento arricchita anche dal racconto delle vostre storie che sono emerse durante i giorni. Adesso tocca "solo" trovare l'agio nel disagio. Ah, ricordiamoci di respirare!

Giulia Palchetti & il benessere

Inizia l’estate, sta per cominciare una settimana lontana dalla quotidianità, di immersione nella Mindfulness. La location è perfetta. Subito si inizia con le prime pratiche di meditazione in gruppo; cominciamo a conoscere quelle che ci mettono un po’ in difficoltà, quelle che riusciamo ad apprezzare al meglio e che ci danno un inaspettato senso di benessere. Già molte cose sono cambiate dall’inizio. Lo spirito di classe si è consolidato, ci conosciamo meglio, siamo contente di vivere insieme questa esperienza. Via via le pratiche si fanno più coinvolgenti, intime, profonde. Per la prima volta riusciamo ad accogliere realmente i pensieri che gli altri condividono. L’esperienza sta volgendo al termine, ahimé, è già tempo di tornare… Non resta che cercare di far spazio alla pratica quotidiana, del resto l’importante è cercare di portare via con sé il più possibile di questi giorni.

Paolo Gotelli e le zebre

“Perché alle zebre non viene l’ulcera?” (Robert M. Sapolsky).
Che invidia! Così si è aperta la settimana residenziale di formazione sulla Mindfulness, una settimana intensa nella quale ho imparato a prendermi cura di me. Lontano dagli obblighi e dalle responsabilità della vita quotidiana ho potuto svuotare la mente ed incontrare il presente, il “mio momento meraviglioso”, come diceva la Dott.ssa Silvia Villani che mi ha accompagnato in questo percorso verso la consapevolezza. Ho sperimentato su di me le pratiche Mind, provando a porre l’attenzione al semplice accadere degli eventi, senza giudizio, con accettazione e senza aspettarsi un determinato risultato, a “stare con quello che c’è”! Ho avuto, poi, il privilegio di poter condividere tutto questo con i miei meravigliosi compagni di corso! La settimana non sarebbe stata la stessa senza di loro, ho scoperto di avere nuovi amici e questo è uno dei regali più belli che questa settimana mi ha dato! Cos'altro mi porto dietro da questa esperienza? Ho imparato che posso gestire e ridurre lo stress nella quotidianità e che non ho nulla da invidiare alle zebre!

Davide Alberti & lo stress

Non è facile riportare le emozioni, i pensieri e le sensazioni della settimana residenziale “MBSR” di Follonica, ma è altresì importante fare un piccolo sforzo e rivivere, per quanto possibile, alcune di esse. Personalmente, ho partecipato alla settimana in un periodo abbastanza complicato della mia vita sia personalmente sia professionalmente ed è stata un’esperienza che mi ha aiutato ad affrontare alcune situazioni che iniziavano ad essere soffocanti e fonte di malessere. La possibilità di scoprire, provare direttamente e verificare, almeno in parte, i risultati di questa tecnica mi ha consentito di aprire la mente e di poter vivere un’esperienza che non fatico a definire magnifica. Tralasciando una questione meramente tecnica, l’MBSR è un modo di affrontare alcune situazioni di vita stressante, se si vuole anche la vita quotidiana, innovativa seppur fondata su radici ben radicate nell’antico Oriente e modificate per adattarle al nostro presente. Credo che un primo risultato importante della settimana residenziale MBSR sia stato quello di consentirmi di aprire la mente ad una tecnica che sicuramente può trovare ostacoli e difese nella persona, ma che considero di grande efficacia, provata e misurata personalmente. Un altro risultato, di pari importanza, è stato quello di ridurre effettivamente lo stress che stavo provando in quel momento, ma non solo: mi ha consentito di acquisire uno strumento che mi porterò dietro e che potrò utilizzare non solo con i miei pazienti ma anche per me, personalmente. In ultimo, ma sicuramente di primaria importanza, e fondamentale per me, è stato il gruppo classe. Questa non è stata una novità, c’erano già tutti i presupposti per poter sostenere di essere in un grande gruppo, la settimana residenziale doveva solo confermare tutto ciò ma in realtà ha fatto oltre. Ci ha unito ancora di più davanti a difficoltà e traumi personali, ci ha consentito di conoscerci maggiormente e di trovare uno spazio di riflessione e condivisione importante. Parlando con una collega di lavoro, un giorno, mi disse che il gruppo classe della Scuola di Psicoterapia è un gruppo importante: ora posso sostenere che la nostra classe sarà uno stimolo e un'occasione fondamentale per migliorare sia professionalmente sia personalmente. Concludo con una riflessione personale riguardo l'MBSR e la settimana residenziale: era la prima volta che partecipavo ad un'esperienza simile e questo mi ha aiutato non solo ad affrontare situazioni di vita stressante ma a trovare un solido supporto innanzitutto in me stesso e poi nel gruppo, quale strumento di cambiamento e di sostegno. Grazie.

Leggendo le testimonianze dei protagonisti della Settimana Residenziale MBSR, possiamo dire, orgogliosamente, che gli obiettivi di questo percorso sono stati raggiunti! È stata un'avventura in cui è stato possibile affrontare, a viso aperto e cambiando prospettiva, le proprie paure e problemi in una bella cornice di benessere... come le migliori zebre! :)

In questo bel clima si è aggiunto un evento carino! Durante la settimana di formazione MBSR la nostra cara Daniela ha compiuto gli anni e abbiamo colto l'occasione per festeggiare tutti assieme. Auguri ancora, Daniela!

L'Istituto Miller ringrazia tutti i protagonisti di questa fantastica esperienza! 

 Corso intensivo e formativo su MBSR - Mindfulness-Based Stress Reduction 2017

"Sono arrivato, sono a casa"
Thich Nhat Hanh

Ci vediamo l'anno prossimo!!! :)

Tags: Corsi, Scuola di Specializzazione, Eventi Miller

FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedin
Pin It

 

Istituto Miller - Istituto e Scuola di Psicologia e Psicoterapia Cognitivo Comportamentale
P.IVA 03378710101 - Tel. +39 010 5707062 - Fax +39 010 8680904 - E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Built with HTML5 and CSS3 Copyright © 2014 Made In Magic, Web Agency Milano

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.