Master su Violenza e Discriminazione di Genere - Firenze

Violenza e Discriminazione di Genere: il percorso di consapevolezza degli operatori – Dall’interiorizzazione della struttura socioculturale alla base della violenza maschile fino alla costruzione di modelli operativi condivisi per intervenire

Direzione scientifica del Master

La direzione scientifica del Master su Violenza e Discriminazione di Genere è della Dott.ssa Simona Adelaide Martini, psicologo psicoterapeuta e del Dottor Paolo Molino, psicologo psicoterapeuta.

Destinatari del Master

Il Master su Violenza e Discriminazione di Genere è aperto a medici, psichiatri, psicologi, psicoterapeuti, criminologi, avvocati, forze dell’ordine, educatori, assistenti sociali, infermieri e tutte le figure professionali che ruotano intorno al mondo della violenza e della discriminazione di genere. Il Master è aperto anche agli studenti universitari.

Violenza e Discriminazione di genere: una situazione di emergenza

locandina Master su Violenza e Discriminazione di Genere - Firenze 2018

La situazione italiana attuale rispetto al tema della violenza e discriminazione di genere, come risulta dai dati statistici, evidenzia una situazione emergenziale.

I dati riportano una diminuzione degli omicidi, ma, in proporzione, i femminicidi non procedono linearmente. Le donne subiscono inoltre ancora numerose discriminazioni e abusi di ogni tipo e forma in famiglia, sul posto di lavoro, per strada, ovunque.

Paradossalmente la situazione femminile, a fronte di una generale evoluzione dei costumi e un progressivo avanzamento dei diritti civili, sembra essere migliorata in maniera molto meno significativa.

Un esperimento di formazione integrata

A fronte di un  contesto socio-culturale che presenta grossi limiti e difficoltà nel riconoscere pari dignità a uomini e donne, a partire dall’ambito educativo, fino a quello dell’immagine femminile presentata dai media, questo Master su Violenza e Discriminazione di Genere vuole rappresentare il primo esperimento di formazione integrata su questo tema così complesso. L’obiettivo principale diventa quindi la costruzione di modelli operativi interni e di lavoro condivisi, tali per cui ciascun professionista (psicologo, assistente sociale, giornalista, medico, educatore, etc), in un’ottica di lavoro in Rete e in sinergia, possa agire e procedere, attraverso orientamenti e strumenti propri, con una visione e una base di partenza comune..

Nella pratica si vuole coinvolgere tutti gli stakeholders in un cambiamento di mentalità, o perlomeno nella scintilla iniziale che si rende doverosa e necessaria per un cambiamento socio-culturale concreto.

Il Master su Violenza e Discriminazione di Genere parte dalla necessità di una presa di consapevolezza della cultura maschilista e patriarcale alla base dei comportamenti violenti e discriminatori, nei confronti delle donne. Come abitanti della società, risulta fondamentale riflettere sui propri stereotipi, sulla cultura interiorizzata, sui limiti e sulle risorse da mettere in campo individualmente e collettivamente per far fronte alla rabbia, alla violenza, al bisogno di esercitare potere.

Di fronte a questo bisogno, a questa spinta e desiderio, non possiamo farci trovare impreparati come professionisti, ma ancora prima come cittadini e attori sociali.

Il Master fornirà strumenti di comprensione e azione concreta, grazie al contributo di professionisti di altissimo livello: sociologi e giornalisti, psicoterapeuti, daranno tutti il loro contributo a una migliore comprensione per piantare un seme di cambiamento nella mentalità e nell'approccio a questo tipo di tematiche.

Quello che ci si propone di imparare a riconoscere e cambiare è l’humus culturale all’interno del quale possono avvenire le violenze e possono persino risultare accettabili.

I 3 moduli del Master su Violenza e Discriminazione di Genere

Il Master su Violenza e Discriminazione di Genere è suddiviso in 3 moduli.

Modulo "Identità e violenza", 4 giornate

Il ruolo della cultura nella costruzione del modello identitario discriminante e violento. Il trattamento degli uomini maltrattati-violenti.

Dott. FRANCO BERARDI, scrittore e filosofo;
Dott. LORENZO GASPARRINI, scrittore e filosofo;
Dott.ssa CRISTINA OBBER, scrittrice e giornalista.

Modulo "Modelli tramandati", 2 giornate

Il ruolo dei modelli culturali tramandati e interiorizzati come ponte tra la cultura e la formazione della psiche collettiva e individuale.

Dott.ssa SILVANA GRAZIELLA CERESA, Psicoanalista Junghiano, Psicologo Psicoterapeuta.

Modulo "Ri-costruzione di un'identità maschile", 8 giornate

Gli uomini si mettono in gioco: il ruolo e gli strumenti degli operatori socio-sanitari nella ri-costruzione dell’identità maschile.

Dott.ssa GIOVANNA TATTI, psicologa e psicoterapeuta;
Dott.ssa CINZIA MAMMOLITI, criminologa;
Dott.ssa MARTA CANU, psicologo, psicoterapeuta;
Dott.ssa ANNALISA CORBO, psicodrammista moreniana;
Dott.ssa TIZIANA MONTALBANO, psicologo;
Dott. ROGER SOLOMON, psicologo, psicoterapeuta (con interprete presente).

I weekend del Master su Violenza e Discriminazione di Genere

  • 12-13 ottobre 2018 - Modulo 1;
  • 16-17 novembre 2018 - Modulo 1;
  • 11-12 febbraio 2019 - Modulo 2;
  • 15-16 marzo 2019 - Modulo 3;
  • 13-14 aprile 2019 - Modulo 3;
  • 12-13 maggio 2019 - Modulo 3;
  • 22-23 giugno 2019 - Modulo 3.

Altre informazioni sul Master su Violenza e Discriminazione di Genere

Ulteriori dettagli sul Master su Violenza e Discriminazione di Genere si trovano:

Per ogni altro dubbio o necessità vi invitiamo a prendere contatto con la nostra segreteria, per cui vi rimandiamo alla pagina dei contatti.

 

Istituto Miller - Istituto e Scuola di Psicologia e Psicoterapia Cognitivo Comportamentale
P.IVA 03378710101 - Tel. +39 010 5707062 - Fax +39 010 8680904 - E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Built with HTML5 and CSS3 Copyright © 2014 Made In Magic, Web Agency Milano

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.