Tutte le psicoterapie per gli adulti

Disturbi di personalità

Terapia Cognitivo-Comportamentale (TCC) e disturbi di personalità

Un disturbo di personalità è costruito da moduli di esperienza interiore e di comportamento che deviano in modo marcato relativamente alla aspettative della cultura dell’individuo, sia per il mondo di percepire se stessi e gli altri, sia per le reazioni emotive manifestate, sia per il funzionamento interpersonale, sia per il controllo degli impulsi. Tale modalità è stabile e pervasiva in tutte le situazioni, produce marcato disagio nell’individuo e risale almeno all’adolescenza o...

Leggi tutto

Ambulatorio di Neuropsicologia Clinica - Adulti e Anziani

L'Ambulatorio di Neuropsicologia Clinica per Adulti e Anziani, appartenente all'area del Miller Clinic dell'Istituto Miller come pure l'Ambulatorio di Neuropsicologia Clinica dell'Età Evolutiva per i bambini, mette a disposizione le conoscenze derivate dalle ultime ricerche neuro-scientifiche (evidence-based) e le competenze di esperti nel campo, per affrontare in maniera innovativa gli aspetti relativi alla riabilitazione, alla salute psico-fisica e al benessere globale dell’individuo.

Il nostro ambulatorio mira ad approfondire e promuovere le modalità d’intervento cognitivo comportamentale che favoriscono una riorganizzazione funzionale efficiente dopo una lesione cerebrale; l’intervento ha come punto di partenza le potenzialità di ognuno al fine di implementarle e raggiungere consistenti miglioramenti...

Leggi tutto

Il disturbo d'ansia generalizzata

Caratteristiche del Disturbo d'Ansia Generalizzata

Il disturbo d'ansia generalizzata, nella sua definizione sintomatologica del DSM-5, è caratterizzato da:

  • Continuo ed intenso stato di ansia e preoccupazione riguardante numerose situazioni (problemi economici, lavoro, famiglia, salute ecc..);
  • Sintomi fisici spiacevoli che accompagnano le preoccupazioni (tensione muscolare, stanchezza, difficoltà di concentrazione e sensazione di testa vuota, irritabilità, difficoltà a dormire);
  • Difficoltà a controllare le preoccupazioni ed i sintomi fisici che sono presenti quotidianamente, per la maggior parte della giornata, e da almeno 6 mesi...

Leggi tutto

L'ipocondria o Disturbo d'Ansia da Malattia

Classificazione diagnostica dell'ipocondria

La caratteristica essenziale della ipocondria è la preoccupazione o la convinzione di avere o contrarre una grave malattia, basata sulla errata interpretazione di uno o più segni o sintomi fisici. In questo genere di disturbi, per ovvie ragioni, è necessario che una valutazione medica completa abbia escluso qualunque condizione medica generale che possa spiegare pienamente i suoi segni o sintomi fisici (per quanto possa talora essere presente una effettiva condizione medica generale concomitante).

La più recente classificazione diagnostica del DSM-5 da parte dell’APA (American Psychiatric Association) ha proceduto alla modificazione di alcuni termini relativi a disturbi che nel corso del tempo hanno assunto un carattere obsoleto, ambiguo o stigmatizzante. Tra questi, il termine ipocondria, che oggi viene pertanto più opportunamente denominata “Disturbo d’ansia da malattia” ed è inserita nella più generale categoria del Disturbo da sintomi somatici e disturbi correlati...

Leggi tutto

Disturbo di panico e agorafobia

Panico e Agorafobia: l’aiuto della Psicoterapia Cognitivo Comportamentale

Disturbo di panico e Agorafobia: due disturbi ansiosi

Disturbo di panico e Agorafobia sono due disturbi ansiosi relativamente frequenti nella popolazione adulta, considerati normalmente “minori” dal punto di vista della loro gravità in termini psicopatologici, ma in grado di divenire fortemente invalidanti per la persona e causare costi sociali assai elevati.

Si calcola che circa un quarto delle persone riporti di aver avuto un attacco di panico nella sua vita e che la prevalenza in un anno possa giungere anche al 5% (di cui la metà sviluppa poi un Disturbo di panico). L’insorgenza di queste problematiche avviene più tipicamente nella tarda adolescenza o nella prima età adulta (la media si colloca all’incirca attorno ai 22 anni), sono colpite più le donne degli uomini (rapporto circa 2:1), mentre sono decisamente infrequenti i casi di insorgenza nei bambini e negli anziani...

Leggi tutto