Le psicoterapie dell'Istituto Miller

Attività clinica

Miller Clinic: Poli-Ambulatorio di Psicologia & Psicoterapia

Il Miller Clinic e i suoi ambulatori specialistici

Direzione scientifica: prof. Emilio Franceschina, dr.ssa Susanna Pizzo

Vogliamo prenderci Cura di Te 

Logo Miller Clinic - Ambulatorio di Psicologia e PsicoterapiaFrutto di quarant’anni di esperienza nell’ambito della psicologia e psicoterapia, il Miller Clinic rappresenta l’evoluzione in materia di trattamento interdisciplinare integrato

Con l’attivazione di tre nuovi servizi ambulatoriali, il Miller Clinic vuole rispondere in modo mirato e specialistico alle sempre più numerose richieste di intervento.

Ogni ambulatorio è dotato di strumenti e tecnologie all’avanguardia nel panorama scientifico internazionale per la valutazione psicodiagnostica e neuropsicologica e per il trattamento psicoterapico e riabilitativo. L’approccio interdisciplinare permette, sia in fase di valutazione che di intervento, di prendere in considerazione il problema presentato da molteplici punti di vista...

Leggi tutto

La Psicologia Cognitivo-Comportamentale

I problemi psicologici

(...) talune emozioni come un'ansia eccessiva, la depressione, la rabbia (...) sono troppo intense o durature per permettere ad una persona di avere buoni rapporti con gli altri, di realizzarsi nel lavoro e di trarre soddisfazione dalla vita di tutti i giorni. In questi casi un'attenta valutazione psicologica ed un valido aiuto professionale possono aiutare le persone ad uscire in maniera relativamente veloce da pericolosi e nocivi circoli viziosi...

Leggi tutto

Ambulatorio di Neuropsicologia Clinica dell'Età Evolutiva

Direzione scientifica: prof. Emilio Franceschina, dr.ssa Susanna Pizzo

Responsabile: dott.ssa Lorena Torresan, Psicologa e Psicoterapeuta

Dimmi e io dimentico;

mostrami e io ricordo;

coinvolgimi e io imparo.

(Benjamin Franklin)

L'ambulatorio per i più piccoli

Presso l'Ambulatorio di Neuropsicologia Clinica dell'Età Evolutiva, appartenente all'area del Miller Clinic dell'Istituto Miller, si incontrano una decennale tradizione di ricerca e formazione nel campo dei disturbi dell'Età Evolutiva e l'alta specializzazione di esperti nel campo clinico, al fine di proporre interventi innovativi per le principali problematiche di origine neuropsicologica riscontrabili in età evolutiva (DSA, ADHD).

Obiettivo prioritario del nostro Ambulatorio di Neuropsicologia Clinica per i bambini è la presa in carico globale e multimodale del bambino. Ciascun bambino viene accompagnato insieme alla sua famiglia in un percorso che dal processo valutativo approda ad uno specifico progetto riabilitativo individualizzato, operando in riferimento alle più recenti linee guida in tema di diagnosi e di riabilitazione.

I punti di forza e i punti di debolezza dei bambini vengono individuati e analizzati per determinare le modalità di intervento Cognitivo Comportamentale più adatte per poi tarare, sulla base delle necessità di ogni singolo caso, l'ampia gamma possibile di interventi. Una presa in carico multimodale implica un lavoro su diversi fronti: quello individuale del bambino, tramite riabilitazione e intervento psicoterapeutico, quello famigliare, tramite parent training, e quello scolastico, tramite teacher training. Il fine ultimo è far sì che tutte le figure di riferimento del bambino agiscano insieme per promuovere il suo miglioramento.

Nel settore dei Disturbi Specifici dell'Apprendimento, i nostri esperti operano nel rispetto del decreto regionale DGR 395/15, fornendo valutazioni diagnostiche compatibili con le indicazioni legislative in merito al riconoscimento dei DSA.

A chi è rivolto

Il vostro bambino ha delle difficoltà a scuola?
Vi sembra che legga male, peggio dei suoi compagni?
Che siano troppi gli errori di ortografia nei suoi compiti?
Gli esercizi di matematica da fare a casa sono ogni volta un incubo?
Le insegnanti vi hanno detto nei colloqui che vostro figlio a scuola ha dei problemi nello stare al passo con gli altri?
O vi hanno invece riportato delle difficoltà di attenzione?
Nella vita con lui ci sono molti momenti difficili perché vi sembra che sia sempre in movimento? Che abbia l'argento vivo addosso?
Avete l'impressione che vi ascolti raramente e non riuscite a fargli seguire le regole?

L'Ambulatorio di Neuropsicologia dell'Età Evolutiva del Miller Clinic è dedicato a famiglie con bambini che presentano difficoltà di apprendimento (lettura, scrittura, calcolo) o difficoltà di attenzione e concentrazione.

Servizi offerti

Inquadramento diagnostico

  • Valutazione e diagnosi dei principali disturbi neuropsicologici dell'età evolutiva (Disturbi specifici dell'apprendimento e Disturbo da deficit di attenzione e iperattività);
  • Certificazione per Disturbi Specifici di Apprendimento ai fini dell'applicazione delle misure previste dalla legge 8 ottobre 2010, n. 170.

Tipologie di intervento offerte

  • Riabilitazione neuropsicologica;
  • Terapia di potenziamento cognitivo;
  • Psicoterapia;
  • Tutor per le difficoltà e i disturbi dell’apprendimento;
  • Orientamento scolastico;
  • Consulenza scolastica;
  • Collaborazione alla stesura del PEI e del PDP.

Trattamento

Nell'Ambulatorio di Neuropsicologia dedicato ai bambini, sulla base di quanto emerso in fase di valutazione, viene proposto un programma di riabilitazione, strutturato in obiettivi a breve, medio e lungo termine. La metodologia si avvale di validi programmi riabilitativi e delle più recenti tecniche e strategie di intervento. La presa in carico di tipo multimodale prevede il coinvolgimento della famiglia, della scuola e delle principali agenzie educative di riferimento del bambino in tutto il piano di trattamento.

Verifica dei risultati

Il raggiungimento degli obiettivi di intervento viene monitorato costantemente dal responsabile del programma di trattamento, che valuta se i cambiamenti sono quelli attesi o se necessario modificare tecniche di intervento o obiettivi. Alla fine del percorso verrà effettuata una valutazione di controllo con analisi dei risultati.

Non Dimenticare!

Al momento della prima visita, ricordatevi di portare con voi la documentazione relativa a eventuali visite ed esami effettuati in precedenza.

Responsabili dell'equipe dell'Ambulatorio

Responsabili dell'Equipe dell'Ambulatorio di Neuropsicologia Clinica dell'Età Evolutiva sono:

Dr.ssa Lorena Torresan: Psicologa, Psicoterapeuta, Responsabile dell'ambulatorio;
Dr.ssa Giulia Mussini: Psicologa, Psicoterapeuta  accreditata Regione Liguria diagnosi DSA .

Altre informazioni

Per avere maggiori informazioni, o richiedere un appuntamento, è sufficiente telefonare, inviare un e-mail o un messaggio diretto utilizzando la nostra pagina dei Contatti. Se invece ti interessa l'Ambulatorio di Neuropsicologia per adulti e anziani ti consigliamo una visita alla pagina dedicata.

I disturbi dell’apprendimento

I disturbi dell’apprendimento sono condizioni nelle quali risulta specificamente compromessa la capacità di apprendimento della lettura (dislessia), della scrittura (disgrafia e disortografia) o del calcolo (discalculia), in assenza di deficit intellettivi, neurologici o sensoriali e con adeguate condizioni socioculturali...

Leggi tutto

Disturbi internalizzanti

Terapia Cognitivo-Comportamentale (TCC) e disturbi d’ansia

In età evolutiva, i disturbi d’ansia che si mostrano con maggior frequenza sono:

  • fobie specifiche di vario genere;
  • disturbo d’ansia generalizzato
  • disturbo ossessivo-compulsivo (DOC)
  • disturbo di panico con o senza agorafobia
  • ansia da separazione (timore di allontanarsi dalle persone accudenti di riferimento, come i genitori)...

Leggi tutto

Disturbi esternalizzanti

Il Disturbo della Condotta (DC) e il Disturbo Oppositivo Provocatorio (DOP)

Con "Disturbi Esternalizzanti" dell'infanzia e dell'adolescenza si intendono una serie di disturbi e comportamenti ad essi associati caratterizzati da aggressività, problemi nella concentrazione, impulsività, iperattività. I più comuni sono il Disturbo della Condotta e il Disturbo Oppositivo Provocatorio, che sono...

Leggi tutto

Disturbi dello sviluppo

Terapia Cognitivo-Comportamentale (TCC) e Disturbi dello Sviluppo

Con questo termine ci si riferisce ai cosiddetti disturbi dello spettro autistico. L’autismo è caratterizzato da compromissione dell’interazione sociale reciproca e della comunicazione e da modalità di comportamento, interessi ed attività ristretti, ripetitivi, stereotipati. In generale vi è anche uno scadimento della...

Leggi tutto

Ritardo Mentale

Terapia Cognitivo-Comportamentale (TCC) e ritardo mentale

Definizione di Menomazione, Disabilità, Handicap, Gravità (Icdh 1980). Definizione dei ritardi e Terapia Cognitivo-Comportamentale...

Leggi tutto

Feeding Disorders da 0 a 3 anni

Definizione dei Feeding Disorders (Disturbi della Nutrizione)

Ad oggi, una delle definizioni più accettate è quella proposta dal National Center for Clinical Infant programs (2005) che descrive il Disturbo della Nutrizione ("Feeding Disorders") come la difficoltà del bambino a stabilire pattern regolari di alimentazione con un’adeguata immissione di cibo e a regolare la propria alimentazione con gli stati fisiologici di fame e di sazietà...

Leggi tutto

I Disturbi dell'Alimentazione da 8 a 14 anni

Classificazione e quadri clinici

Un importante contributo alla classificazione dei Disturbi Alimentari dell’età evolutiva è dato da Lask e Bryant-Waugh (2000) i quali hanno definito una serie di linee guida apposite per individuare le difficoltà alimentari, incluse l'anoressia nervosa e la bulimia nervosa, nei bambini. Queste linee guida sono conosciute come...

Leggi tutto

Obesità in età evolutiva

L'obesità può essere definita come un eccesso di tessuto adiposo in grado di indurre un aumento significativo di rischi per la salute (malattie cardiovascolari, pressione alta, diabete, ipercolesterolemia). L'obesità risulta essere il disordine nutrizionale più frequente nei ...

Leggi tutto

Ambulatorio di Neuropsicologia Clinica - Adulti e Anziani

Direzione scientifica: prof. Emilio Franceschina, dr.ssa Susanna Pizzo

Responsabile: dott.ssa Arianna Bottarini, Psicologa e Psicoterapeuta

L’attenzione o la memoria non sono più come una volta?
Una persona a te cara ha da poco riportato un danno cerebrale a seguito di un ictus, un trauma, o un altro infortunio?
Dopo la fase di ricovero ospedaliero non sai a chi rivolgerti per proseguire il percorso di riabilitazione cognitiva?

L'Ambulatorio di Neuropsicologia Clinica per Adulti e Anziani, appartenente all'area del Miller Clinic dell'Istituto Miller come pure l'Ambulatorio di Neuropsicologia Clinica dell'Età Evolutiva per i bambini, mette a disposizione le conoscenze derivate dalle ultime ricerche neuro-scientifiche (evidence-based) e le competenze di esperti nel campo, per affrontare in maniera innovativa gli aspetti relativi alla riabilitazione, alla salute psico-fisica e al benessere globale dell’individuo.

Il nostro ambulatorio mira ad approfondire e promuovere le modalità d’intervento cognitivo comportamentale che favoriscono una riorganizzazione funzionale efficiente dopo una lesione cerebrale; l’intervento ha come punto di partenza le potenzialità di ognuno al fine di implementarle e raggiungere consistenti miglioramenti.

Scopo della riabilitazione neuropsicologica è migliorare l'adattamento funzionale dell’individuo, nonostante il danno cerebrale subito; l’Ambulatorio di Neuropsicologia Clinica si occupa di progettazione ed implementazione di interventi volti alla riabilitazione che risponda ai bisogni cognitivi, emotivi e motivazionali del singolo soggetto.

RiAbilitiamo

La mente umana, grazie alla plasticità neurale, ha la capacità di riorganizzarsi e ristrutturarsi continuamente, in funzione delle esperienze vissute; le principali evidenze scientifiche derivano da studi relativi ai processi di apprendimento e memoria che mettono in luce come sia possibile, in seguito ad esperienze ambientali e interpersonali, andare a modificare la struttura cerebrale.

A chi ci rivolgiamo

Alle persone che soffrono di disturbi neurologici, ai loro familiari ed in generale alle persone che se ne prendono cura.

Servizi offerti

Inquadramento Diagnostico Neuropsicologico

  • Diagnostica differenziale delle demenze e del deterioramento cognitivo;
  • Diagnostica dei disturbi nelle cerebro lesioni acquisite (ictus, trauma cranico encefalico);
  • Diagnostica dei disturbi afasici;
  • Diagnostica dei disturbi cognitivi in malattie neurologiche specifiche (sclerosi multipla, sclerosi laterale amiotrofica, malattia di Parkinson, Chorea di Huntington);
  • Indagine neuropsicologica per la definizione dei requisiti cognitivi minimi per la guida sicura.

Riabilitazione

Gli obiettivi sono formulati per stadi di riabilitazione:

  • Aumento della consapevolezza del paziente circa la sua disabilità e le sue risorse e di stimolarne un ruolo attivo;
  • Sviluppo di strategie di compenso per i disturbi cognitivi e comportamentali e un intervento psicoterapeutico rispetto ai disturbi emotivi;
  • Generalizzazione delle strategie di compenso nell'ambiente quotidiano.

La metodologia utilizzata nell'Ambulatorio di Neuropsicologia Clinica dell'Istituto Miller fa riferimento agli studi e alla ricerca cognitivo comportamentale degli ultimi anni. Si avvale di tecniche specifiche per implementare le abilità cognitive e affrontare i disturbi comportamentali da disfunzione esecutiva e dell'autocontrollo. Vengono riaddestrate le procedure per eseguire un determinato compito con tecniche comportamentiste, facilitando l'accesso ad una informazione relativamente intatta, ma inaccessibile e sviluppando nuove abilità per svolgere una determinata funzione.

La Psicoterapia cognitiva individuale, adattata per essere efficace nel trattamento delle cerebrolesioni, prevede prevalentemente l'uso di problem solving, automonitoraggio, ristrutturazione cognitiva e colloqui guidati per il recupero della consapevolezza.

Verifica Dei Risultati

La modificazione del comportamento viene monitorata costantemente dal responsabile del programma di riabilitazione dell'Ambulatorio di Neuropsicologia Clinica dell'Istituto Miller, che valuta se i cambiamenti sono quelli attesi o se necessario modificare tecniche di intervento o obiettivi. Alla fine del trattamento riabilitativo verrà effettuata una valutazione di controllo con analisi dei risultati.

Non Dimenticare!

Al momento della prima visita, ricorda di portare con te:

  • Documentazione relativa a visite ed esami precedenti, di pertinenza neurologica o geriatrica;
  • Occhiali da vista, da vicino e/o lontano, se necessari;
  • Apparecchi acustici, se necessari.

Se vuoi richiedere un incontro, prendere un appuntamento per una prima visita, oppure solo avere qualche informazione in più, ti suggeriamo di prendere contatto con la nostra segreteria tramite la pagina dei contatti.

La depressione e i Disturbi Depressivi

I diversi disturbi depressivi

La depressione è un disturbo psicologico molto diffuso tanto che risulta soffrirne una percentuale superiore al 15% della popolazione, con una diffusione maggiore tra le donne (circa il doppio).

I sintomi principali di questo disturbo sono quotidiane, durature ed intense sensazioni di tristezza e facile affaticabilità, accompagnate da una generale perdita di piacere e d'interesse per qualsiasi attività.

Le persone che soffrono di depressione sono portate ad avere una visione negativa di se stesse, di ciò che le circonda e del futuro. Oltre a questi sintomi primari, normalmente succede che le persone che soffrono di questo disturbo ne presentino altri, quali...

Leggi tutto

La Fobia Sociale, o Disturbo d'Ansia Sociale

Il Disturbo d'Ansia Sociale

La fobia sociale, oggi meglio denominata Disturbo d’Ansia Sociale, è caratterizzata dalla paura intensa, irrazionale e persistente delle situazioni sociali, in cui si può essere osservati, giudicati o sottoposti alla presenza o all’attenzione delle altre persone.

In altre parole ciò che viene temuto è principalmente il giudizio negativo degli altri. Gli individui che presentano i sintomi di ansia sociale vivono pertanto con il costante timore che gli altri possano trovarli incompetenti, goffi o strani.

Queste paure si manifestano in varie situazioni sociali...

Leggi tutto

Le fobie specifiche

Definizione di Fobia

La fobia è una particolare modalità di esprimere la paura che presenta alcune specifiche caratteristiche:

  1. è particolarmente intensa: l'individuo in presenza dell'oggetto della sua paura può provare aumento del battito cardiaco, sudorazione, tremore, mancanza d'aria, tensione muscolare, nodo allo stomaco e nausea, impulso a scappare, paura che possa accadere qualcosa di grave ecc.;
  2. induce ad evitare attivamente la situazione di cui si ha paura: il fobico non si avvicina all'oggetto temuto, oppure fugge via, oppure ancora cerca di distrarsi pensando ad altro o parlando con qualcuno, o di "calmarsi" assumendo alcol o tranquillanti, ecc.
  3. appare ad altri come insensata e irrazionale: spesso le altre persone considerano tali paure come infantili e immotivate, mentre chi le vive, pur consapevole di questo, continua ad averne paura suo malgrado...

Leggi tutto

L'ipocondria o Disturbo d'Ansia da Malattia

Classificazione diagnostica dell'ipocondria

La caratteristica essenziale della ipocondria è la preoccupazione o la convinzione di avere o contrarre una grave malattia, basata sulla errata interpretazione di uno o più segni o sintomi fisici. In questo genere di disturbi, per ovvie ragioni, è necessario che una valutazione medica completa abbia escluso qualunque condizione medica generale che possa spiegare pienamente i suoi segni o sintomi fisici (per quanto possa talora essere presente una effettiva condizione medica generale concomitante).

La più recente classificazione diagnostica del DSM-5 da parte dell’APA (American Psychiatric Association) ha proceduto alla modificazione di alcuni termini relativi a disturbi che nel corso del tempo hanno assunto un carattere obsoleto, ambiguo o stigmatizzante. Tra questi, il termine ipocondria, che oggi viene pertanto più opportunamente denominata “Disturbo d’ansia da malattia” ed è inserita nella più generale categoria del Disturbo da sintomi somatici e disturbi correlati...

Leggi tutto

Disturbo di panico e agorafobia

Panico e Agorafobia: l’aiuto della Psicoterapia Cognitivo Comportamentale

Disturbo di panico e Agorafobia: due disturbi ansiosi

Disturbo di panico e Agorafobia sono due disturbi ansiosi relativamente frequenti nella popolazione adulta, considerati normalmente “minori” dal punto di vista della loro gravità in termini psicopatologici, ma in grado di divenire fortemente invalidanti per la persona e causare costi sociali assai elevati.

Si calcola che circa un quarto delle persone riporti di aver avuto un attacco di panico nella sua vita e che la prevalenza in un anno possa giungere anche al 5% (di cui la metà sviluppa poi un Disturbo di panico). L’insorgenza di queste problematiche avviene più tipicamente nella tarda adolescenza o nella prima età adulta (la media si colloca all’incirca attorno ai 22 anni), sono colpite più le donne degli uomini (rapporto circa 2:1), mentre sono decisamente infrequenti i casi di insorgenza nei bambini e negli anziani...

Leggi tutto

Il disturbo d'ansia generalizzata

Caratteristiche del Disturbo d'Ansia Generalizzata

Il disturbo d'ansia generalizzata, nella sua definizione sintomatologica del DSM-5, è caratterizzato da:

  • Continuo ed intenso stato di ansia e preoccupazione riguardante numerose situazioni (problemi economici, lavoro, famiglia, salute ecc..);
  • Sintomi fisici spiacevoli che accompagnano le preoccupazioni (tensione muscolare, stanchezza, difficoltà di concentrazione e sensazione di testa vuota, irritabilità, difficoltà a dormire);
  • Difficoltà a controllare le preoccupazioni ed i sintomi fisici che sono presenti quotidianamente, per la maggior parte della giornata, e da almeno 6 mesi...

Leggi tutto

Il Disturbo Ossessivo-Compulsivo (DOC)

Caratteristiche e trattamento del DOC con la Psicoterapia Cognitivo Comportamentale

Definizione di “ossessione”

Il termine “ossessione” viene spesso impiegato nel linguaggio di senso comune con un significato che è in realtà non del tutto corrispondente a quello proprio del linguaggio tecnico-scientifico (analogamente a quanto avviene ad es. per i termini “mania” o “panico”). Con questo termine infatti non si intende soltanto un’intensa passione o una semplice “idea fissa” riguardo qualcuno o qualcosa, ma ci si riferisce piuttosto a degli aspetti sintomatologici molto chiari che possono configurare in realtà un disturbo psicologico ben noto agli specialisti e che può divenire, se non trattato, assai grave ed invalidante.

Cosa caratterizza il Disturbo Ossessivo-Compulsivo

Il Disturbo Ossessivo-Compulsivo è caratterizzato in primis da ossessioni e compulsioni...

Leggi tutto

Disturbi di personalità

Terapia Cognitivo-Comportamentale (TCC) e disturbi di personalità

Un disturbo di personalità è costruito da moduli di esperienza interiore e di comportamento che deviano in modo marcato relativamente alla aspettative della cultura dell’individuo, sia per il mondo di percepire se stessi e gli altri, sia per le reazioni emotive manifestate, sia per il funzionamento interpersonale, sia per il controllo degli impulsi. Tale modalità è stabile e pervasiva in tutte le situazioni, produce marcato disagio nell’individuo e risale almeno all’adolescenza o...

Leggi tutto

  • 1
  • 2
FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedin
Pin It

 

Istituto Miller - Istituto e Scuola di Psicologia e Psicoterapia Cognitivo Comportamentale
P.IVA 03378710101 - Tel. +39 010 5707062 - Fax +39 010 8680904 - E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Built with HTML5 and CSS3 Copyright © 2014 Made In Magic, Web Agency Milano

feed-image

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.