I disturbi alimentari e il controllo del corpo femminile

I disturbi alimentari e il controllo del corpo femminile

Dott.ssa Federica Sartini – Psicologa
Dott.ssa Simona Adelaide Martini – Psicologa Psicoterapeuta

I disturbi alimentari in Italia

Attualmente in Italia si conta che circa tre milioni di persone soffrano di disturbi alimentari.

La percentuale di donne è sicuramente più elevata, soprattutto per ciò che riguarda il disturbo anoressico. Il modello più accreditato per spiegarne l’insorgenza è quello multifattoriale (bio-psico-sociale) e tra i fattori di tipo psicologico spicca l’idealizzazione della magrezza, rinforzata dai messaggi dei mass-media e dei social-media...

Leggi tutto

Mental Training: come lavorare con i giovani atleti

Mental Training: come lavorare con i giovani atleti

Dott.ssa Greta del Taglia,
Dott.ssa Sara Merlo

L'allenamento mentale in relazione allo sport

Il Mental Training è un allenamento mentale finalizzato all'apprendimento e al perfezionamento di abilità legate all’attività sportiva.
Attraverso l'uso di tecniche e strategie mentali, l'atleta prende sempre maggiore consapevolezza dei propri processi psicologici e di come questi possano incidere positivamente, o negativamente, sulla qualità dell'attività sportiva.

La programmazione di un Mental Training rivolto a giovani atleti richiede conoscenze specifiche. È importante conoscere le differenze di genere, e le diverse fasi di sviluppo dell'atleta (in particolare, infanzia, pre-adolescenza e adolescenza)...

Leggi tutto

Sexy Doll - Casa chiusa di bambole di silicone, Lumidolls a Torino

La casa chiusa al silicone, le Lumidolls di Torino

Dott. Paolo Molino - Psicologo e Psicoterapeuta
Dott.ssa Simona Adelaide Martini - Psicologa e Psicoterapeuta

L'apertura della casa di bambole hot

Recentemente ha avuto molta eco l’apertura a Torino di una casa di bambole hot, appartenente al franchising Lumidolls. La risonanza è stata forte sia tra quelli a favore, che tra i contrari a questo tipo di offerta di intrattenimento. 

In questa sede cercheremo di concentrarci sulle implicazioni psicologiche e culturali di questo tipo di strutture, che possiamo considerare speculari a quelle del sesso a pagamento, perlomeno da un punto di vista culturale e simbolico...

Leggi tutto

L'efficacia terapeutica della TEC: elettroconvulsivante

L'efficacia terapeutica della TEC: la verità sull'Elettroshock

Francesco Partigiani

L’ambiguità di chiamarsi TEC

La Terapia Elettro-Convulsivante (TEC, meglio conosciuta con il nome elettroshock) fu introdotta come terapia da due psichiatri italiani nel 1938.

La TEC era stata inizialmente utilizzata per il trattamento delle psicosi endogene ma, nel corso del tempo, ha sviluppato e raggiunto un campo d’azione molto più vasto; dagli episodi depressivi alla catatonia e alla schizofrenia.

La terapia con elettroshock utilizza degli strumenti elettronici che inviano impulsi elettrici al cervello tramite elettrodi applicati al cuoio capelluto...

Leggi tutto

I sintomi infantili trauma-correlati a seguito dell’esposizione ad un trauma complesso: evidenze delle differenze di genere

I sintomi infantili trauma-correlati dopo un trauma complesso

Matilde Agostini
(Revisione: dott.ssa Elisa Cavallini)

Evidenze delle differenze di genere

Lo studio di Rachel Wamser-Nanney e Kathryn E. Cherry (2018) indaga il ruolo delle differenze di genere nelle conseguenze psicologiche in seguito all’esposizione ad un trauma complesso infantile.

L’esposizione a un trauma complesso è stata operazionalizzata come esposizione a traumi interpersonali multipli o cronici, che iniziano nell’infanzia e provocano difficoltà di autoregolazione in diversi domini di funzionamento. Un consistente corpo di ricerche ha dimostrato l’esistenza di differenze di genere nell’esposizione al trauma e nei sintomi ad esso correlati, tuttavia queste discrepanze non sono state ancora indagate rispetto al trauma complesso.

Con l’obiettivo di esaminare queste differenze, sono state considerate le diverse tipologie di trauma a cui è più facilmente esposto un genere rispetto all’altro: dalla letteratura (Tolin & Foa, 2006) emerge che le femmine subiscano più spesso abusi sessuali, violenza domestica e violenza sessuale, mentre i maschi sono più esposti a disastri naturali e incidenti...

Leggi tutto

Di che cosa parliamo quando parliamo di "sesso"?

Di che cosa parliamo quando parliamo di "sesso"?

Dott. Marco Emilio Ventura, Psicologo, Psicoterapeuta Sessuologo

Il sesso e la sessualità sono aspetti che hanno fortemente connotato le "filosofie di vita" di tutte le società umane.

Il sesso ha condizionato, giudicato e influenzato i comportamenti personali e relazionali, di quasi tutte le culture sino dagli albori dell'Homo Sapiens.

Filosofie e indicazioni che spesso si sono modificate, a volte anche in modo antitetico, a seconda dei punti di vista e dei cambiamenti evolutivi. Le differenze tra uomo e donna , il tipo di attività sessuale, l'atteggiamento verso alcune pratiche sessuali, l'omosessualità, l'educazione dei figli, la prostituzione e la procreazione. Tutti aspetti che non hanno mai avuto, nel tempo e nelle diverse parti del mondo, una risposta univoca.

E oggi? In Italia qual è la situazione? Quali sono le idee guida e quali i pregiudizi o le paure, rispetto al "giusto" comportamento sessuale? (...)

Leggi tutto

Stereotipo e influenza nelle questioni genere - Immagine della campagna pubblicitaria #likeagirl di AlwaysStereotipo e influenza nelle questioni genere - Immagine della campagna pubblicitaria #LikeAGirl di Always

Stereotipo e influenza nelle questioni genere

Dott.ssa Annalisa Corbo - Psicologa e Psicoterapeuta
Dott.ssa Simona Adelaide Martini - Psicologa e Psicoterapeuta
Dott. Paolo Molino - Psicologo e Psicoterapeuta

Stereotipi e scorciatoie mentali

La scienza psicologica si occupa da tempo, e con diverse prospettive, di questo importante tema. In particolare la psicologia sociale, interessata ad individuare le dinamiche e i ruoli che gli stereotipi agiscono all’interno dei gruppi e negli scambi tra individui. Lippmann, nel 1992, per primo introdusse questo concetto nelle scienze sociali affermando che il processo di conoscenza viene mediato da immagini mentali costruite in relazione alla recezione, percezione e conseguente interpretazione personale della realtà.

Gli stereotipi rappresentano schemi mentali e per questo sono considerati affini alle euristiche, che sono regole di ragionamento che rendono efficiente il pensiero “per scorciatoie” e aiutano nelle prese di decisione, nei processi di valutazione e giudizio e la risoluzione di problemi complessi o con dati incompleti.

Lo stereotipo è dunque una scorciatoia mentale usata per incasellare persone o cose in determinate categorie stabilite. Sono valutazioni rigide, inflessibili, che si riferiscono a concetti non appresi in modo diretto, ma mediati e filtrati dal senso comune...

Leggi tutto

I diversi aspetti scientifici della sessuologia

Sessuologia: una questione di benessere

dott.ssa Claudia Orlandazzi

I diversi aspetti scientifici della sessuologia

La sessuologia è una materia complessa e multidisciplinare che abbraccia ambiti quali la medicina, la biologia, la psicologia, l’antropologia, la sociologia e l’etologia. E’ una disciplina, quindi, che non si può definire autonoma, ma che necessita dell’integrazione di specialisti, di modelli e di tecniche.

Le scienze mediche e biologiche si occupano dello studio della sessualità normale e patologica dalla fase prenatale alle espressioni della sessualità nell’arco di tutta la vita utilizzando l’intervento sull’organismo o l’utilizzo di farmaci. Antropologi e sociologi indagano l’interazione tra la sessualità e il contesto culturale in cui si esprime.

Il lavoro degli psicologi e psicoterapeuti che operano nell’ambito del benessere psicosessuale, invece, si concentra sugli aspetti relazionali e sulle disfunzioni sessuali in cui non si è riscontrata una eziologia su base organica...

Leggi tutto

Il sesso in laboratorio - L'intervento dello Psicoterapeuta

Sessuologia: come comunicare col paziente senza dimostrazioni?

Dott. Marco Emilio Ventura, Psicologo, Psicoterapeuta Sessuologo

Il metodo scientifico in sessuologia

Una delle peculiarità della Psicoterapia in Sessuologia è che gran parte della “ricerca” viene fatta con metodi “scientifici” che operano con persone selezionate e consapevoli della ricerca. O su case study isolati.

Tali campioni però non rispecchiano fedelmente la variabilità di fattori che influenzano le dinamiche, all'interno delle situazioni personali e relazionali, della vita quotidiana.

Il sessuologo e la Comunicazione

Un secondo aspetto, che di molto caratterizza l’intervento sessuologico, risiede nel fatto che, almeno in Italia, il terapeuta non può interagire direttamente sul comportamento sessuale dei pazienti, ma può intervenire solo su di un piano dialettico, che richiede una notevole capacità di comunicazione metaforica...

Leggi tutto

Lo stereotipo del violento che ha subito violenza

Lo stereotipo del violento che ha subito violenza

Dott.ssa Simona Adelaide Martini, Psicologa Psicoterapeuta
Dott. Paolo Molino, Psicologo Psicoterapeuta

La reiterazione di comportamenti subiti

È innegabile che se una persona subisce violenza e ha vissuto nella propria infanzia relazione distorte, perverse, senza amore e accudimento, porterà ferite nel cuore e schemi nella mente che possono risultare altamente disfunzionali.

Bowlby, nella sua Teoria dell’attaccamento, aveva ben descritto l’idea per cui le tipologie di relazioni vissute nell’infanzia tendono a essere reiterate da adulti, se non elaborate adeguatamente (qualora distorte e disfunzionali).

Detto questo, cosa realmente contribuisce a generare una violenza come quella che spesso le donne subiscono da parte degli uomini?

Davvero la spiegazione sta nella semplice reiterazione di comportamenti subiti, in un’ottica di dissociazione dal trauma subito e di totale disinvestimento empatico dalla vittima? ...

Leggi tutto

La Sindrome di Munchausen via Internet

La Sindrome di Munchausen via Internet

Asya Alexandra Zanuso

La Sindrome di Munchausen o Disturbo Fittizio

La Sindrome di Munchausen, definita più specificamente come Disturbo Fittizio, comporta la simulazione o la produzione di sintomi psicologici o fisici senza alcuna apparente motivazione reale.

Nell’articolo “Munchausen by Internet: Current Research and Future Directions” del 2012 (articolo pubblicato nel “Journal of Medical Internet Research” da Andy Pulman e Jacqui Taylor) si analizza una nuova modalità di tale disturbo che risponde alla contemporaneità e allo sviluppo tecnologico: la Sindrome di Munchausen via Internet...

Leggi tutto

 

Istituto Miller - Istituto di Psicologia
Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Cognitivo Comportamentale

P.IVA 03378710101 - Tel. +39 010 5707062 - E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

© 2014-2018 All rights reserved - Realizzazione sito Web di Made In Magic, Web Agency Milano

feed-image