Contenuti del Master su Disturbi Alimentari e Obesità

Riassunto di temi e contenuti del Master sui Disturbi Alimentari

Di seguito un breve riassunto con temi e contenuti trattati nel Master su Disturbi Alimentari e Obesità dell'Istituto Miller. 

Per altri dettagli rimandiamo:

Temi delle lezioni del Master sui Disturbi Alimentari

Epidemiologia, eziologia, criteri diagnostici e quadro clinico dei Disturbi Alimentari

  • Epidemiologia;
  • Eziologia;
  • Criteri Diagnostici;
  • Quadri clinici;
  • Approccio Motivazionale;
  • La Relazione Terapeutica;

Epidemiologia, eziologia, criteri diagnostici e quadro clinico dell’Obesità

  • Obesità nel ciclo di vita: epidemiologia ed eziologia;
  • Complicanze mediche, psicologiche, sociali;
  • Perdita di peso: benefici e ostacoli;
  • Modelli teorici e assessment multidisciplinare;
  • Casi clinici.

La Riabilitazione psiconutrizionale e il lavoro dell’equipe interdisciplinare

  • La Riabilitazione Psico–Nutrizionale: Linee Guida;
  • Strumenti e tecniche terapeutiche della Riabilitazione Psico-Nutrizionale nella terapia;
  • Effetti biologici e Psicologici della restrizione alimentare: il modello del circolo vizioso psico-biologico;
  • La Terapia Cognitivo–Comportamentale nei Disturbi dell’alimentazione.

Problematiche critiche nel trattamento dei Disturbi Alimentari

  • Counselling familiare;
  • Comorbidità nei DCA.

Patologie organiche, disturbi dell’alimentazione e obesità

  • Diabete e obesità;
  • Diabete e Disturbi dell’Alimentazione;
  • Celiachia e Disturbi dell’Alimentazione;
  • Intolleranze alimentari e Disturbi dell’Alimentazione;
  • Aspetti clinici come fattori predisponenti, precipitanti e di mantenimento;
  • Patologie rare e Disturbi dell’Alimentazione.

Esercizio Fisico Eccessivo e Compulsivo nei Disturbi Alimentari

  • Valutazione dell’esercizio fisico eccessivo;
  • La natura eccessiva dell’esercizio;
  • La natura compulsiva dell’esercizio;
  • La funzione dell’esercizio;
  • Principali distorsioni cognitive;
  • Ipotesi di trattamento;
  • Insoddisfazione corporea e disturbi alimentari negli atleti.

Binge Eating Disorder/Emotional Eating

  • Caratteristiche principali e criteri diagnostici DSM 5;
  • Eziopatogenesi;
  • Prevalenza;
  • Decorso;
  • Differenze con la bulimia nervosa e l’obesità;
  • Fattori di rischio;
  • Fattori di mantenimento;
  • Assessment psicologico e strumenti di valutazione.

Trattamenti del BED a confronto

  • La Terapia Cognitivo Comportamentale ;
  • Il trattamento dialettico Comportamentale ;
  • Il ruolo del trauma nel disturbo alimentare: integrazione dell’EMDR nel trattamento del BED

Terapia dell’obesità

  • Modelli teorici e trattamento;
  • Terapia ambulatoriale e terapia ospedaliera riabilitativa;
  • Chirurgia bariatrica;
  • Analisi e prevenzione della ricaduta;
  • Casi clinici.

I Disturbi Alimentari in età evolutiva

  • I fattori che influenzano lo sviluppo della regolazione alimentare nei bambini;
  • Classificazione dei disturbi alimentari in età evolutiva: DSM 5;
  • Classificazione dei disturbi della nutrizione 0-3 proposta da Chatoor;
  • Great Ormond Street Criteria;
  • Eziologia;
  • L’immagine corporea in età evolutiva;
  • Assessment psicologico;Intervento interdisciplinare e riabilitazione psiconutrizionale
  • Trattamento psicologico;
  • l’intervento con la scuola e la famiglia;
  • Esemplificazione di casi clinici ed esercitazioni.

Disturbi alimentari nelle disabilità

  • Specificità diagnostica e handicap;
  • Disturbo emozionale ed evitamento del cibo;
  • Disfagia e iperalimentazione: fattori di mantenimento;
  • Casi particolari: Trisomia 21 e Sindrome di Prader-Willi;
  • Programma PONDUS;
  • Protocollo per i disturbi generalizzati dello sviluppo (Autismo – Asperger).

L’approccio interdisciplinare specializzato per i Disturbi del Comportamento Alimentare: Intervento sulla dieta

  • La valutazione nutrizionale (dati antropometrici e clinici);
  • La valutazione della composizione corporea (bioimpedenziometria);
  • La valutazione dell'anamnesi alimentare qualitativa e quantitativa e successiva impostazione di intervento nutrizionale
    ruolo degli integratori nutrizionali nei DCA.

Endocrinologia nei Disturbi Alimentari e nell’Obesità

  • L’obesità e i disturbi endocrinologici correlati;
  • Aspetti endocrini nell'anoressia nervosa;
  • L'Asse Ipotalamo-Ipofisi-Surrene;
  • L’Asse Ipotalamo-Ipofisi–Gonadi;
  • L'Asse Ipotalamo-Ipofisi-Tiroide;
  • L'Asse Ipotalamo-GH-IGF1;
  • Il metabolismo osseo.

Disturbo da Dismorfismo Corporeo

  • Fenomenologia;
  • DDC e Insight;
  • Bias attentivi;
  • DDC e Self Serving Bias;
  • Check del corpo;
  • Assessment;
  • Principi generali di trattamento.

Acceptance and commitment therapy per i disturbi alimentari

  • Presentazione e introduzione all'ACT;
  • L'universalità della sofferenza umana, il linguaggio e l'evitamento esperienzale;
  • I processi di accettazione e defusione;
  • Il contatto con il momento presente e il sè come contesto;
  • Il contatto con i propri valori e l'azione impegnata;
  • La Relational Frame Theory;
  • Protocollo ACT per i disturbi alimentari.

EMDR nei Disturbi Alimentari

  • Disturbi alimentari ed eventi di vita traumatici;
  • l’Eye Movement Desensitization and Reprocessing (EMDR);
  • EMDR per l’elaborazione delle esperienze traumatiche passate;
  • Applicazione dell’EMDR agli attuali episodi significativi relativi alle abbuffate, al vomito e al digiuno;
  • EMDR come strumento utile nella prevenzione delle ricadute.

Disregolazione emotiva come nucleo patologico di Bulimia e BED

  • Teoria della disregolazione emotiva ideata da M. Linehan: il ruolo dell'invalidazione ambientale;
  • Il ruolo del “reappraisal” nella regolazione emozionale;
  • Conseguenze nell'uso di strategie disfunzionali di regolazione delle emozioni nei disturbi alimentari: l'evitamento e/o la soppressione emozionale;
  • Le Skills Ability: abilità di Mindfulness, abilità di regolazione emotiva, abilità di efficacia interpersonale, abilità di tolleranza dell'angoscia;
  • La “Tecnica dell'azione opposta”.

La Schema Therapy per i disturbi alimentari

  • I fondamenti teorici della Schema Therapy: il concetto di schema, le possibili applicazioni cliniche, analogie e differenze rispetto alla terapia cognitivo comportamentale standard;
  • Gli schemi e i mode: distinzione e classificazioni;
  • Inquadramento dei disturbi alimentari secondo la Schema Therapy. Gli schemi e i mode prevalenti nei disturbi alimentari;
  • Esemplificazioni cliniche di intervento nei disturbi alimentari. L’applicazione della concettualizzazione del caso secondo la schema therapy e le metodologie di intervento nei diversi disturbi alimentari.

Mindfulness per i disturbi alimentari

  • I disturbi alimentari e razionale teorico per l’utilizzazione della mindfulness;
  • Regolazione emotiva e comportamento: la mindfulness come strumento per il superamento della rigidità Cognitiva;
  • Tipi di interventi mindfulness sull’interazione cognizione-comportamento;
  • Il mindfulness-Based Eating Awareness training (MB-EAT);
  • Eziogenesi dei primi protocolli basati sulla mind nei disturbi alimentari, i modelli di autoregolazione alimentare, la meditazione nel ruolo della fame e della sazietà;
  • EMPOWER un training per il trattamento dei disturbi alimentari: approccio alle nove abilità da acquisire. Studio dei gruppi di abilità.

Per altri dettagli sul Master Disturbi Alimentari

FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedin
Pin It

 

Istituto Miller - Istituto e Scuola di Psicologia e Psicoterapia Cognitivo Comportamentale
P.IVA 03378710101 - Tel. +39 010 5707062 - Fax +39 010 8680904 - E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Built with HTML5 and CSS3 Copyright © 2014 Made In Magic, Web Agency Milano

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.